Napoli, Capodichino nel caos a causa della nebbia: tifosi infuriati

napoli tifosi feyenoord
© foto www.imagephotoagency.it

Una quanto mai inusuale nebbia ha avvolto, stamani, Napoli e Capodichino, gettando l’intero aeroporto nel caos: più di 500 tifosi bloccati

La trasferta di Champions League a Manchester, almeno per i tifosi del Napoli, non sembra essere partita sotto i migliori auspici. Per un giorno, Napoli si è trasformata in una tipica cittadina della Pianura Padana, completamente avvolta da una fitta nebbia autunnale. A farne le spese, per l’inevitabile disagio causato dall’inusuale, al Sud, fenomeno atmosferico, sono stati, soprattutto, i passeggeri dei voli programmati per l’aeroporto internazionale di Capodichino. Oltre agli abituali lavoratori-viaggiatori, ad attendere la partenza del loro aereo c’erano anche più di 500 tifosi del Napoli, pronti a partire per sostenere la squadra, direzione Manchester.

Inizialmente sospeso fino alle 8 di stamani, l’aeroporto è rimasto chiuso fino alle 11, a causa del quasi nullo diradamento della nebbia. Inevitabili le proteste e i malumori tra i tifosi partenopei, costretti ad attendere ore nelle sale d’attesa: «Hanno cancellato circa 20 voli– afferma un passeggero incallito ai microfoni di Radio Kiss Kiss -, la gestione è stata una vergogna e c’è stata molta confusione. Siamo stati in aeroporto fino alle 14 senza sapere cosa fare. Avevamo prenotato un volo con scalo a Venezia, per poi raggiungere Manchester: agiremo per vie legali».

Fortunatamente, poi, i voli sono ripresi, permettendo alla maggior parte di loro di raggiungere la cittadina britannica, magari con qualche scalo in più. Ad attenderli sull’isola, però, ci sarà l’uragano Ophelia, sebbene, pare, non sia a rischio lo svolgimento della partita.