Petagna: «Champions? Gasperini dopo Napoli ci ha detto di alzare l’asticella»

atalanta
© foto www.imagephotoagency.it

Andrea Petagna e la sua Atalanta a caccia di punti per l’Europa League, a partire dalla gara di Serie A con il Napoli di oggi. Le ultimissime news dalla Dea

Petagna: «Champions? Gasperini dopo Napoli ci ha detto di alzare l’asticella» – 27 febbraio

Andrea Petagna, attaccante dell’Atalanta, ha parlato a “Sky Sport” del magic moment della Dea: «Abbiamo la fortuna di essere in una grande squadra. Abbiamo una grande società alle spalle, un grande centro sportivo. Obiettivi? L’Europa. Siamo giovani ma c’è un grande gruppo. Gasperini ci ha detto che se avessimo vinto a Napoli avremmo dovuto alzare l’asticella e puntare ancor più in alto. La Champions è difficile ma sarebbe un grande sogno. Noi andiamo avanti, provando a dare tutto come stiamo facendo. Pochi gol? Sono un centravanti e ogni attaccante vorrebbe segnare sempre ma non dimentico che l’anno scorso ad Ascoli non giocavo neanche sempre in Serie B. Quest’anno sono arrivato qui con l’obiettivo di guadagnarmi un posto da titolare e ci sono riuscito. C’è un grande gruppo, una grande coesione tra giovani e vecchi: arriviamo due ore prima al campo per giocare a ping pong, è questa la nostra scaramanzia. Chi vince? Anche lì il Papu Gomez».

Petagna: «Atalanta in Europa e mi tingo i capelli!»

Secondo Andrea Petagna il Napoli gioca il più bel calcio d’Italia, peccato per lui che stasera sarà al San Paolo da avversario con la sua Atalanta. La punta però sa che non troverà una squadra distratta dagli impegni tra Serie A e coppe perché ormai gli azzurri sono abituati a giocare tante partite e a rialzarsi da sconfitte come quella di Madrid: «Noi dovremo essere attenti e aggressivi, dovremo impedire loro di giocare, come all’andata». La Dea ha già battuto molte big in questo campionato e il motivo, secondo Petagna, sta nella società che investe bene e in Gian Piero Gasperini. Con Gasp l’ex rossonero ammette di allenarsi più seriamente e di aver tirato fuori qualcosa in più rispetto agli anni al Milan, ma non ha rimpianti anche se si sente di dover ringraziare soprattutto l’Ascoli di Petrone che ha contribuito alla sua rinascita. «L’Europa League è il nostro sogno, possiamo farcela continuando così. Io segno poco? Credo di giocare bene, potrei effettivamente segnare di più ma un assist o un rigore procurato per me contano quanto una rete» prosegue Petagna, il quale spera di arrivare davanti al Milan. L’esperienza in nazionale è stata ottima per la punta, in futuro potrebbe pure arrivare la chiamata per una partita e l’attaccante ci spera. Ora però testa al campionato, a Il Corriere dello Sport infatti conclude: «Se l’Atalanta va in Europa, mi faccio i capelli gialli come Gomez. Il Papu è un fenomeno e spero che ci regali altre delle sue magie».