Pjaca è tornato, ma Allegri dove lo mette? La Juve studia la formula vincente

© foto www.imagephotoagency.it

Pjaca è tornato ad allenarsi col gruppo dopo il lungo infortunio, ma Allegri dove lo piazza? In questa Juve può fare il vice-Dybala, ma col 4-3-3 gli spazi si ridurrebbero sensibilmente

Allegri, poco meno di un anno fa, lo definiva un “predestinato”, sebbene lo impiegasse con il contagocce. Eppure Marko Pjaca di talento ne ha da vendere: lo ha dimostrato agli ultimi europei, ma anche con la Dinamo Zagabria, facendo esaltare i palati raffinati dei più grandi club europei. Il croato, proprio nel momento in cui l’anno scorso si stava ritagliando un po’ di spazio con la maglia della Juve, si è ritrovato con le gambe all’aria: la rottura del legamento crociato, rimediata con la Croazia, lo ha messo ko per tutta la stagione, precludendogli la possibilità di svolgere la preparazione anche quest’anno. La sfortuna gli ha tagliato le gambe nell’annata più importante della carriera, ma il tempo sorride a Pjaca, talento immenso che ora Allegri ha finalmente potuto rivedere. Il ragazzo si allena con il resto dei compagni e già nelle prossime settimane potrebbe tornare utile nell’ottica del turnover, ma in questa Juve dove può collocarsi?

🔜😁⚽️

A post shared by Marko Pjaca (@markopjacaofficial) on

Pjaca è un rebus: trequartista o mezz’ala?

L’aspetto più importante da considerare è quello che riguarda il recupero: Pjaca ha bisogno di tempo per ritrovare minuti nelle gambe e, almeno fino alla sosta invernale, verrà impiegato in maniera oculata. Perché la Juve non può assolutamente permettersi di gettare alle ortiche un investimento da quasi 25 milioni di euro. Nel 4-2-3-1 il croato può diventare l’alternativa a Paulo Dybala, visto che Allegri lo considera un trequartista a tutti gli effetti. Più difficile vederlo nel ruolo di ala, vista l’abbondanza che può vantare la Juve con Douglas Costa, Cuadrado, Mandzukic e Bernardeschi.

Con il 4-3-3 però lo spazio per Pjaca si restringerebbe ancora, già solo per il tipo di modulo che prevede un centrocampista puro in più. Non è da escludere che Allegri lo possa collocare in quel caso come mezz’ala, sebbene il croato abbia delle caratteristiche più offensive che difensive. Intanto la Juve lo aspetta: per Pjaca, ma più in generale per i giocatori di talento, Allegri ha avuto e avrà sempre un occhio di riguardo. Figuriamoci per i predestinati…