Portogallo-Italia, top e flop: Cristante riesce a sbagliare tutto, Zaza come Agnelli a X Factor

Jorginho
© foto www.imagephotoagency.it

Portogallo-Italia, top e flop: Cristante riesce nell’impresa di sbagliare tutto, Jorginho ancora evanescente, Zaza come… Agnelli a X Factor

Poche note liete e tanto buio nella nottata al Da Luz dell’Italia, sconfitta di misura dal Portogallo nella seconda giornata della Nations League. Decide una rete di André Silva, per gli azzurri di Mancini un solo punto in due partite.

Portogallo-Italia, top e flop: promossi Chiesa, Andre Silva e Zaza

CHIESA – Per l’atteggiamento più che per la qualità riversata in campo, è evidente. Ma con la sua freschezza, atletica e di idee, nel primo tempo si trova a razzolare nel deserto. Cartolina della serata la sua furiosa fuga da lato a lato della fascia, sradicando per due volte il pallone dai piedi dei lusitani.

ANDRE SILVA – Una rivincita, chiamiamola pure con il suo nome. Perché la punta portoghese che in Nazionale segna sempre, e ora anche al Siviglia non se la passa male, aveva il dente avvelenato. Quello con cui ha morso alla giugulare il Paese dove aveva steccato, segnando per giunta al suo ex compagno rossonero Donnarumma.

ZAZA – Sufficienza “d’incoraggiamento”, come direbbe Manuel Agnelli a X Factor. Perché si sbatte svariando su tutto il fronte offensivo e, il poco che crea l’Italia, passa dai suoi piedi. Non trova la rete per una questione di centimetri, ma francamente per quanto offerto dagli azzurri al Da Luz sarebbe stato troppo…

Portogallo-Italia, top e flop: bocciati Cristante, Jorghino e Criscito

CRISTANTE – Mancio ci mette del suo per schierare fuori posizione e mettere a disagio gli azzurri, siamo d’accordo. Ma da lì a non riuscire a stoppare un pallone o a sbagliare di un metro un passaggio ad un compagno che è lontano tre, ce ne passa. E al Da Luz è notte fonda per il centrocampista giallorosso.

JORGINHO – Ancora anonimo: come tre giorni fa, come tentato di spiegare anche da Tardelli tra una gaffe e l’altra. In mezzo al campo scompare soffocato dal pressing della mediana portoghese, la sua lampadina così non si accende mai.

CRISCITO – Prestazione incolore nella notte in cui vive l’onore di indossare la pesante fascia di capitano della Nazionale. In affanno quando la transizione lusitana si attiva sul suo lato, rischia anche di causare un calcio di rigore. Sì, rischia, e forse anche qualcosina di più…