Praet: «Giampaolo mi ha cambiato. Samp, sarà un girone di rinvincite»

© foto www.imagephotoagency.it

Nonostante si occupi anche di abbigliamento col suo marchio, Dennis Praet è focalizzato sulla Sampdoria e sul lavoro di mister Giampaolo: le ultime e le parole del belga

Dennis Praet ha trovato la sua sistemazione nel centrocampo della Sampdoria ma non si ferma, perché vuole sfondare anche nel campo della moda. Disegna modelli per la Dyjcode, la sua azienda di abbigliamento che vende molto in Belgio e per cui ha posato per un servizio tra Camogli e Pieve Ligure. Il belga dice di essere venuto in Italia per imparare cose nuove e ammette di aver avuto bisogno di un periodo di ambientamento, ma adesso si sente al top: «Con Giampaolo ho appreso quanto è complesso il calcio, qui la tattica è programmata e ogni movimento studiato. Sono dovuto crescere molto». La Sampdoria sfida il Cagliari e all’andata è stata la svolta nella stagione (e nella carriera?) dell’ex Anderlecht, passato da trequartista a mezzala. Giocatore razionale anche grazie all’educazione ricevuta in famiglia – il padre non si perde una gara del Doria – Praet racconta di esser stato vicino a diventare un tennista ma adesso l’abito da calciatore gli calza a pennello. «Sono diventato più duttile e mi può aiutare in ottica nazionale, ma mi sembra strano non segnare più come prima. Voglio migliorare ancora e tornare a fare gol e assist» continua Praet, che si dice meravigliato dalla tecnica e dalla tenacia di Muriel e poi a La Gazzetta dello Sport conclude affermando: «Vogliamo la rivincita col Cagliari. Ma il nostro obiettivo deve essere trasformare tutto il ritorno in una rivincita. All’andata non abbiamo raccolto i punti che meritavamo».