La prodezza di Maradona contro la Sampdoria – 1 marzo 1987 – VIDEO

Il 1° marzo 1987, durante il match del San Paolo tra Napoli e Sampdoria, Diego Armando Maradona segna un gol da fenomeno assoluto

Un colpo di genio assoluto. Così si potrebbe sintetizzare la prodezza realizzata da Diego Armando Maradona in quel lontano 1 marzo 1987. Al San Paolo si affrontano, per la 20° giornata di Serie A, Napoli e Sampdoria. I blucerchiati, allenati da Vujadin Boskov, sono una delle squadre più insidiose del campionato e vantano in rosa campioni del calibro di Vialli, Mancini e Ganz, ma arrivano da due pareggi consecutivi a reti inviolate e sono in cerca di punti preziosi. I partenopei, allenati da Ottavio Bianchi, sono invece in piena corsa scudetto e cercano una vittoria per tenere viva la lotta contro i rivali della Juventus, avversari nello scontro diretto decisivo poche settimane più tardi.

La Sampdoria è molto determinata e, dopo una grande partenza, riesce a portarsi in vantaggio al 31′ del primo tempo grazie alla rete di Giuseppe Lorenzo. I blucerchiati sfiorano anche il raddoppio pochi minuti più tardi, ma al 37′ vengono raggiunti grazie alla prodezza del fenomeno argentino. Dalla sinistra, Alessandro Renica mette con un cross preciso ma basso il pallone davanti alla porta difesa dal portiere Bistazzoni. Maradona arriva in piena corsa ma, invece di colpire la sfera con il suo magico sinistro, decide di lanciarsi in tuffo per deviarla di testa. Una scelta azzardata ma vincente, laddove qualsiasi altro giocatore al mondo avrebbe calciato di piede. La partita terminerà sull’1-1 grazie alla genialità di uno dei calciatori più forti della storia. Maradona sarà il principale artefice della conquista del primo, storico Scudetto del Napoli, che in quella stessa stagione riuscirà a conquistare anche la Coppa Italia.


Il contenuto video fa parte della serie web Almanacco del Calcio, prodotto da Sport Review srl.