Connettiti con noi

Serie A

Rezza (Iss) fa marcia indietro: «Ripresa? Più avanti si potrà avere a porte chiuse»

Redazione CalcioNews24

Pubblicato

su

Il professore Giovanni Rezza, direttore del dipartimento malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità, è tornato sulle parole di ieri

Giovanni Rezza, direttore del dipartimento malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità, è tornato sulle parole di ieri pomeriggio che hanno creato tante polemiche.

DIACONALE – «Diaconale ha preso sul serio una battuta (ride, ndr). Sapendo quello che avrebbe detto qualche ora dopo non avrei fatto quella battuta. È un argomento molto sensibile in Italia, quindi è chiaro che la decisione vada ponderata. La gente stando a casa passerebbe anche del tempo con il calcio. Più avanti si può valutare una riapertura a porte chiuse. Siamo ancora nella Fase 1, poi sarà da valutare se ci saranno le condizioni. Il problema è che è molto complicato a pensare a dei controlli. Dovrebbero effettuare dei tamponi e servirebbe un protocollo molto stretto. La vedo dura attuarlo, ma è da valutare. Sarà una decisione difficile. Non siamo noi a decidere la riapertura dopo il 3 maggio. Noi possiamo dare solo delle indicazioni su come comportarsi». 

Advertisement