Shock in una scuola romana: «Chi è della Lazio si vergogni!»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

La triste vicenda di Anna Frank si arricchisce di nuovi particolari, questo arriva direttamente da una scuola romana

In questi giorni abbiamo letto e sentito di tutto: razzismo, discriminazione e antisemitismo. Esponenti delle più variate società e istituzioni hanno lanciato un appello affinchè questo vergognoso comportamento finisca e invece, proprio da un luogo dove si dovrebbe insegnare il rispetto verso il prossimo, arriva un altro triste episodio di discriminazione.

Accade che in una scuola di Roma, una professoressa abbia chiesto ai suoi alunni: «Chi sono i tifosi della Lazio in classe?». Alla risposta degli alunni, la risposta della docente è chiara ed inequivocabile: «Vergognatevi». Il riferimento è quanto accaduto in questi giorni in curva Sud all’Olimpico. A denunciare il fatto alla radio ufficiale è stato il padre di una studentessa tredicenne testimone dell’accaduto.
Fare di tutta l’erba un fascio è tipico del modus operandi italiota, ma mettere di mezzo dei bambini di 13 anni lascia basiti, soprattutto se ciò accade a scuola, luogo che ti insegna a vivere civilmente nel mondo.

La Lazio ha espresso tutta la vicinanza al padre della bambina e si impegnerà seriamente per andare a fondo in questa altra brutta storia.