Connettiti con noi

Hanno Detto

Spezia, Pecini: «Thiago Motta un predestinato. Puntiamo alla salvezza»

Pubblicato

su

pecini spezia

Il General Manager dello Spezia Riccardo Pecini ha parlato degli obiettivi di questa stagione con Thiago Motta in panchina

Riccardo Pecini, General Manager dello Spezia, in una intervista a La Repubblica ha parlato degli obiettivi stagionali che si pone il club ligure.

NUOVO STADIO – «Risultato straordinario. Si è lavorato giorno e notte. Fondamentale partire subito in casa. Conoscendo le dinamiche, gli ultrà hanno preso una decisione difficile. In questo momento c’è bisogno. È stato un segnale importante da parte loro». 

RITORNO NZOLA – «Non avevo dubbi. È un ragazzo a cui piace giocare al calcio. Dopo i venti giorni di stop a casa, si è allenato bene, da solo, per tre settimane. Ci contavamo». 

LEO SENA – «Sta benissimo. È vicino al rientro dopo un mese di fermo per alterazioni temporanee di parametri fisiologici». 

THIAGO MOTTA PREDESTINATO – «Si. Il suo modo di allenare è molto bello. Mostra chiaramente l’obiettivo, i concetti, lavora tanto, ma crea anche divertimento. I giocatori lo seguono e si è visto già a Cagliari». 

RAPPORTO FAMIGLIA PLATEK – «Ottimo, si lavora come in un’azienda organizzata, dove tutto funziona. Ci sentiamo più volte al giorno, vogliono capire e conoscere tutto, stanno costruendo una realtà di stampo anglosassone con una radice familiare». 

OBIETTIVO – «La salvezza, coniuga aspetto finanziario e sportivo». 

SQUARA GIOVANE – «Più freschezza hai e meglio poi fare alla lunga, mi sembra che il Milan lo abbia dimostrato lo scorso anno. Il nostro tifoso vuole vedere una squadra da corsa, aggressiva, con mentalità offensiva. È l’idea di Motta e con i giovani è più facile trasmetterla, non hanno condizionamenti. In questo modo rispettiamo la cultura del posto e della proprietà».