Stipendi Milan 2019/2020: quanto guadagnano i giocatori rossoneri?

Stipendi Milan 2019/2020: quanto guadagnano i giocatori rossoneri?
© foto www.imagephotoagency.it

Stipendi Milan 2019/2020: i guadagni netti annuali dei calciatori rossoneri. Il più pagato è Gianluigi Donnarumma, chiude il fratello Antonio

Quanto guadagneranno di stipendio i calciatori del Milan di Marco Giampaolo nella stagione 2019/2020? Stipendi Milan 2019/2020: il rossonero più pagato resta il portiere Gianluigi Donnarumma, dall’alto dei suoi 6 milioni di ingaggio all’anno. Dietro di lui il nuovo acquisto Rafael Leão, che come Biglia e Reina percepirà 3,5 milioni di ingaggio.

Più modesti gli ingaggi degli altri colpi rossoneri dell’estate, in linea con la politica di risanamento finanziario del club di Via Aldo Rossi: il difensore centrale Leo Duarte percepirà circa 2,2 milioni, come Kessié, mentre 2 milioni a testa prenderanno l’ex Empoli Bennacer e Theo Hernandez, acquistato dal Real Madrid.

Su quel livello anche il capitano Alessio Romagnoli, più sotto il brasiliano Paquetá (un milione e mezzo). Fra i nuovi arrivati il meno pagato è Krunic con 1,2 milioni di ingaggio all’anno, chiude la speciale classifica l’altro Donnarumma, Antonio, con uno stipendio annuale netto di un milione di euro.

Stipendi Milan 2019/2020

  • Gianluigi Donnarumma – 6 milioni di euro
  • Rafael Leão – 3,5 milioni
  • Biglia – 3,5 milioni
  • Reina – 3,5 milioni
  • Suso – 3 milioni
  • Caldara – 3 milioni
  • Borini – 2,5 milioni
  • Calhanoglu – 2,5 milioni
  • Kessie – 2,2 milioni
  • Leo Duarte – 2,2 milioni
  • R. Rodriguez – 2,1
  • Theo Hernandez – 2 milioni
  • Bonaventura – 2 milioni
  • Strinic – 2 milioni
  • A. Conti – 2 milioni
  • Musacchio – 2 milioni
  • Romagnoli – 2 milioni
  • Bennacer​ – 2 milioni
  • André Silva – 2 milioni
  • Laxalt – 1,8 milioni
  • Paquetá – 1,5 milioni
  • Calabria – 1,5 milioni 
  • Castillejo​ – 1,5 milioni
  • Krunic – 1,2 milioni
  • Antonio Donnarumma – 1 milione

*Gli stipendi dei calciatori sono da intendersi netti e annuali