Italia: Tavecchio non ha un c. t. Ecco il piano nel Consiglio Federale oggi

tavecchio figc italia
© foto www.imagephotoagency.it

Tavecchio in Consiglio Federale senza il nome del nuovo c. t. dell’Italia. Il numero uno della FIGC vuole prendere tempo, ma nessuno dei big vorrà muoversi prima di maggio: si fa largo l’ipotesi traghettatore

La frase d’ordine è “prendere tempo”. Carlo Tavecchio nel Consiglio Federale di oggi potrebbe chiedere ancora un po’ di giorni prima di sottoporsi al giudizio definitivo. Dalla sua il numero uno federale ha almeno una circostanza a favore: l’assemblea di oggi non sarà nel suo plenum, ovvero non sarà composta da tutti i suoi membri, perché mancheranno di sicuro i quattro delegati della Serie A e probabilmente anche quelli della Serie B. In queste condizioni, se tutti votassero, Tavecchio potrebbe comunque finire in minoranza, ma è un’ipotesi al momento non probabilissima. Il numero uno della FIGC è pronto a presentare un programma a tempo (un tempo ristretto, va detto) da qui a dicembre: un insieme di riforme condivise che riguardano soprattutto il percorso che dovrebbe portare al rinnovo della Lega di Serie A (che non ha ancora un rappresentante) e che lo stesso Tavecchio sta supervisionando ormai già da diversi mesi quale commissario.

Entro dicembre, ultimato tale percorso, dovrebbe quindi esserci il Consiglio Federale della verità, ma per allora Tavecchio potrebbe aver già messo insieme un programma avanzato di riforme per il prossimo quadriennio, un certo numero di consensi e, soprattutto, potrebbe aver trovato il nome del nuovo commissario tecnico della Nazionale. Piano attuabile? Di sicuro, ma resta molto difficile. Al momento il principale candidato a diventare commissario tecnico, Carlo Ancelotti, ha preso tempo per guardarsi intorno (leggi anche: Italia, Ancelotti rifiuta e poi fa marcia indietro: il retroscena): ha offerte soprattutto dalla Premier League (Arsenal in testa). I piani B sono tutti allenatori sotto contratto con i club fino a fine stagione (Claudio Ranieri, Roberto Mancini, Massimiliano Allegri…) e dunque il nodo resta. Di certo ad oggi Tavecchio non ha un c. t. e l’unica possibilità che potrebbe proporre è quella di un traghettatore fino a maggio (il c. t. dell’Under 21 Luigi Di Biagio o l’ex c. t. dell’Under 20 Alberico Evani, che ha lavorato nello staff di Giampiero Ventura). A marzo ci saranno le amichevoli di lusso con Argentina ed Inghilterra: difficile che sieda in panchina un big.