Non solo Ancelotti come futuro ct. Tavecchio sta pensando anche a Guidolin

guidolin udinese swansea
© foto www.imagephotoagency.it

Francesco Guidolin è il piano B per Tavecchio. Ancelotti rimane in pole position per la panchina azzurra

Clamorosa l’ipotesi che circola in queste ore negli ambienti della Figc. Francesco Gudiolin futuro ct della nazionale? É una variabile da considerare, anche se le percentuali non sono altissime. L’ex allenatore dell’Udinese in poco meno di una settimana è passato dall’essere il successore di Del Neri sulla panchina friulana all’essere il piano B nella mente di Tavecchio in caso di risposta negativa da parte di Carlo Ancelotti

L’ex allenatore del Bayern Monaco è sicuramente il profilo sul quale si concentreranno gli sforzi, è l’obiettivo numero uno che però non accetterà la panchina dell’Italia in caso di permanenza di Carlo Tavecchio al vertice della Federazione. Il presidente però non molla e nonostante le continue frecciatine da parte di Malagò (ieri ha affermato che si sarebbe dovuto presentare al vertice federale di lunedì da dimissionario) resiste ancorato sulla sua poltrona, continuando a lavorare sotto traccia per ottenere il sì di Ancelotti. Le chances di Guidolin sono decisamente più ridotte rispetto all’estate 2016 quando Tavecchio scelse Ventura dopo che l’ormai ex ct era stato scartato da Lotito che aveva deciso di puntare su Bielsa. Anzi, pare che l’allenatore veneto fosse il nome più quotato dal presidente federale.

Oggi la situazione è differente: l’ opinione pubblica e gli organi di informazione l’hanno messo inevitabilmente nel mirino e Tavecchio sa che se vuole restare seduto sulla sua poltrona deve necessariamente portare un nome di peso che riunisca l’Italia del pallone. E Ancelotti, indubbiamente lo è molto più di Guidolin. Stesso discorso per Conte, che con Tavecchio aveva feeling, ma che non pare intenzionato a tornare in azzurro, e per i vari Mancini e Ranieri.