Torino-Juventus Primavera, è aria di derby al Filadelfia

Torino-Juventus Primavera, è aria di derby al Filadelfia
© foto www.imagephotoagency.it

Ecco Torino-Juventus. Sarà al Filadelfia il primo derby della Mole stagionale, in campo la Primavera di Coppitelli pronta a sfidare i cugini bianconeri di Baldini

E’ tempo di derby a Torino. Sabato alle 13 scenderanno in campo le Primavera delle due squadre per sfidarsi nella prima stracittadina della stagione, in casa granata. Il Toro ha voglia di fare bene per dare seguito alle due vittorie ottenute nelle ultime due partite contro Genoa e Fiorentina e portare a casa i tre punti contro la nemica Juve. Il Filadelfia è pronto a colorarsi di granata e animarsi dei cori dei tifosi che da sempre seguono molto la Primavera della squadra, specialmente in occasione dei derby.

Il fattore Fila

I ragazzi di Coppitelli andranno alla ricerca della prima vittoria in un derby al Filadelfia. Lo storico stadio granata, abbattuto nel 1998, è stato ricostruito nell’era Cairo. Ufficialmente inaugurato a maggio 2017, è diventato centro di allenamenti per la prima squadra e campo per le partite ufficiali della Primavera.

E’ solo uno il derby giocato lì fino ad ora, terminato 1-0 a favore della Juventus. Una vendetta per l’eliminazione dalla Coppa Italia subita poco prima proprio da parte dei cugini granata, tuttavia macchiata dal brutto episodio del dito medio del bianconero Fernandes rivolto ai tifosi del Toro. Tuttavia, negli altri confronti tra le due giovanili erano arrivate due vittorie granata, seppur sempre fuori casa.

Millico e Rauti, la coppia d’oro del Toro

Il Toro ha due cavalli da battaglia da schierare per vincere. Vincenzo Millico, classe 2000, è in un momento di forma straordinario. Tripletta e assist per il quarto gol contro la Fiorentina. Sette marcature totali nelle prime tre partite della stagione per il giovane torinese, che ha già eguagliato il numero di reti segnate lo scorso anno nel campionato. Il secondo è Nicola Rauti, anche lui attaccante. Dopo aver passato la scorsa stagione all’ombra di Millico e Butic, sembra sia finalmente arrivato il suo momento. Subito decisivo con il gol vittoria del 3-2 contro il Genoa, sabato dovrebbe toccare a lui il posto al centro dell’attacco.

Si sa, il primo requisito richiesto a chi veste la maglia del Torino, non importa l’età o la categoria, è la grinta, la decisione, la voglia di combattere. E non importa se al momento la classifica dice che la Juventus ha tre punti in più ed è prima in classifica a pari merito con l’Atalanta. Sabato i bianconeri si troveranno nel tempio del Toro, il Filadelfia, circondati da bandiere granata e cori. Davanti a loro, undici tori.