Toro, il ritorno di fiamma: Defrel è il nome caldo

Iscriviti
defrel
© foto www.imagephotoagency.it

Calciomercato Toro: a Mazzarri piace molto Defrel, che per ora dà precedenza alla Roma. Ma per i granata non è una novità, visto che il francese piace dal 2015

Che al Toro piaccia Gregoire Defrel non è certo una novità di giornata. L’attaccante francese è stato l’oggetto dei desideri di Gian Piero Ventura nell’estate del 2015, da quando cioè il ragazzo ha cominciato a mettersi in mostra con la maglia del Cesena. Alla fine Defrel migrò verso Sassuolo, ma la dirigenza continua ad apprezzare un giocatore in cerca di riscatto dopo un anno travagliato a Roma (che la scorsa estate lo ha pagato ben 20 milioni di euro). Sta recuperando dal lungo infortunio, che lo ha anche portato ad operarsi al ginocchio. E l’anno prossimo Defrel sogna di poter essere protagonista in giallorosso. Ma l’abbondanza nel reparto, per Di Francesco, potrebbe indurre il giocatore a misurarsi con un’altra realtà, dopo aver rifiutato pochi mesi fa il trasferimento al Watford.

Il Toro, in questo senso, è pronto. A maggior ragione nel caso in cui Andrea Belotti dovesse partire. Mazzarri vede Defrel come prima punta, perché sarebbe il terminale offensivo perfetto per il 3-5-2. E Petrachi, a stretto giro di posta, inizierà ad intensificare i contatti con Giampiero Pocetta, agente di Defrel. Per il momento la situazione è una soltanto: se la Roma non dovesse rinforzare il reparto offensivo il francese non si muoverebbe dalla Capitale, perché convinto di potersi rilanciare proprio con il suo mentore Di Francesco. In caso contrario il Toro è una delle piste più percorribili. Magari con la stessa formula (prestito e obbligo di riscatto) che ha contraddistinto i trasferimenti sotto la Mole di Ljajic e Iago Falque nell’estate 2016.