Toto-ct, Bergomi è sicuro: «Prossimo ct? Mourinho o Mancini»

© foto www.imagephotoagency.it

Beppe Bergomi, durante la trasmissione “Tutti Convocati”, dice la sua sui possibili candidati per la panchina azzurra, e rilancia due nomi di prestigio

Il toto-ct impazza. Ogni giornalista e opinionista si sente in dovere di consigliare la Federazione su chi, secondo loro, è più adatto a sedersi sulla panchina della Nazionale.
Sono stati fatti centinaia di nomi e ipotesi che solo domani, presumibilmente, la Figc scioglierà i dubbi e dirà qualcosa sul futuro dell’Italia calcistica.

L’opinionista di Sky e ex capitano nerazzurro, Beppe Bergomi ha partecipato al conclave tramite i microfoni della trasmissione “Tutti Convocati”,  affermando che a questa nazionale servirebbe uno come Josè Mourinho: «Bisogna riformare dal basso, dai settori giovanili. Ma io mi chiedo, siamo ancora una potenza mondiale del calcio? Come ct credo che Mourinho sia quello giusto, bisogna arrivare ad un commissario tecnico grande anche ad interim. Poi quando dico Mourinho provoco, ci vorrebbe uno come Mancini, insomma un allenatore importante che allena anche il club.»

Sicuramente forte la provocazione rilasciata dallo zio, difficile pensare a Mourinho ct azzurro, anche perché lui stesso ha sempre dichiarato di voler allenare un giorno il Portogallo, ma il messaggio che vuole far passare Bergomi è chiaro: serve un ct/manager che sappia dettare regole e indicazioni sia alla federazione che ai club stessi, che abbia in mano il gruppo di giocatori e sappia bene quello che andrà a fare. Un generale, come Mourinho.