Connettiti con noi

Hanno Detto

Udinese, Marino: «Gotti sta rispondendo a tutte le aspettative, troppi infortuni»

Pubblicato

su

Il Direttore dell’Area Tecnica dell’Udinese Pierpaolo Marino ha parlato ai canali ufficiali della società bianconera

Il Direttore dell’Area Tecnica dell’Udinese Pierpaolo Marino ha parlato ai canali ufficiali della società bianconera. Le sue parole

SALVEZZA – «L’anno scorso abbiamo fatto tanti punti, 45, anche se abbiamo concluso il campionato al 12° posto. Quest’anno si abbassa la media dei punti necessari per la salvezza. Lo scorso anno il nostro campionato è stato sottovalutato, perché 45 punti sono tanti. Quest’anno la rosa è più attrezzata rispetto all’anno scorso, con la condizione che i giocatori siano “sani”. Stefano Okaka, per esempio, si è sottoposto ad un intervento chirurgico, ha avuto il Covid per tre settimane e un ematoma. Deulofeu, fiore all’occhiello del gruppo, ha giocato 5/6 partite e non abbiamo mai potuto utilizzarlo al 100% delle sue potenzialità. Abbiamo anche avuto 14/15 giocatori con il Covid e non sappiamo di preciso quali sono le ripercussioni del Covid. Gli infortuni hanno colpito i giocatori più importanti della rosa. Nuytinck, giocatore importantissimo, ha giocato solo 15/16 partite. La rosa va esaminata nelle situazioni che si creano. Quest’anno abbiamo avuto molti problemi. Dalla settima partita in poi abbiamo intrapreso una rincorsa simile a quella delle ultime 12 partite dello scorso campionato. La rosa è più forte ma le difficoltà sono state maggiori. Non dimentichiamo che ci sono rose forti come noi che si giocheranno la salvezza».

DEULOFEU – «Domani Deulofeu si sottoporrà a una terapia “esplorativa” per ripulire il menisco. È un peccato perché noi pensavamo di poterlo utilizzare nelle ultime partite. Il ragazzo spera di poter giocare le ultime due tre partite, i medici però sono scettici su questo. Staremo a vedere». 

GOTTI – «Se ripensiamo a quando abbiamo inventato Gotti come allenatore della prima squadra, in quel periodo l’Udinese aveva subito undici gol in due partite. Lui è arrivato dopo che tutto era stato raso al suolo e ha vinto subito a Genova, dando una svolta. Non possiamo che essere soddisfatti sia in termini di media punti sia per quanto riguarda il lavoro quotidiano. Sono molto soddisfatto del suo lavoro. Ognuno di noi può fare di meglio, io per primo, però a Gotti è stato chiesto di crescere in poco tempo e lui è cresciuto. Mi sembra assurdo discutere di Gotti in questa situazione. Dobbiamo discutere delle caratteristiche che ci potranno far chiudere il campionato al posto che il presidente vuole. All’inizio dovevamo raggiungere la salvezza anticipata, adesso abbiamo alzato l’asticella e Gotti sta rispondendo a tutte le aspettative sia in termini di media punti dia in termini di proposta di gioco. Riguardo ai goal non abbiamo trasformato il lavoro svolto e la proposta di gioco portata avanti, ma questo è dovuto anche a causa di tutte le difficoltà degli attaccanti. Quelli che subentrano sono bravi, non mollano mai».

Advertisement