Ulivieri fa il suo nome: «Prandelli adatto per fare il ct»

© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente dell’Aic loda l’ex tecnico azzurro: «È una figura particolare: se devo fare un nome faccio il suo»

Nel pentolone dei possibili nomi per il prossimo ct della Nazionale, il presidente dell’Aic, Renzo Ulivieri fa il suo nome: «Il Ct? È una figura particolare: se devo fare un nome, ne faccio uno del recente passato, Cesare Prandelli». E sulla figura del ct aggiunge: «Un allenatore che ha bisogno di tante ore di campo, perché dentro di noi c’è sempre la voglia di incidere sulla squadra, difficilmente può fare il tecnico della Nazionale, che ha meno tempo. Il c.t. è un selezionatore che in pochi giorni deve mettere insieme una squadra dando idee chiare, non può essere un lavoro complesso. Prendete il Napoli: gioca a memoria ma serve molto tempo”, continua Ulivieri».

Chiusura dedicata a Massimiliano Allegri, fresco vincitore della Panchina D’oro davanti a Gasperini e Sarri«Quella fra Allegri e Sarri è una lotta affascinante, ma è stato anche importante il riconoscimento da parte dei colleghi del lavoro di Gasperini. La nostra scuola non si basa su 2-3 filoni. Abbiamo allenatori con idee diversissime, ma è la forza di questa scuola, lo vediamo anche con i tecnici che vanno all’estero. Quando andò via, Mourinho disse: “Rimpiangerò la guerra tattica che ho trovato in questo campionato».