L’attesa del Var come quella del test di gravidanza: Inter-Spal diventa una comica – FOTO

© foto www.imagephotoagency.it

Il Var impiega cinque minuti per convalidare il rigore su Joao Mario: Inter-Spal genera le reazioni caldissime dei social. E su Twitter spopola l’ironia

Inter-Spal è finita nel mirino del Var. La sfida di San Siro si è accesa al 24′, quando Joao Mario entra nell’area della squadra di Semplici. Il portoghese viene atterrato irregolarmente dal capitano ospite Vicari, che viene immediatamente ammonito. Il dubbio però è enorme: Joao Mario sembrava essere caduto fuori dall’area di rigore, con Gavillucci che ha chiesto al Var Mazzoleni di intervenire sulla questione. Dopo tre minuti il direttore di gara viene invitato a guardare il monitor, anche eventualmente per valutare se il contatto fra i due giocatori fosse realmente falloso. E alla fine arriva la decisione finale: calcio di rigore per l’Inter, trasformato da Mauro Icardi, ancora decisivo dagli undici metri.

Il vero aspetto comico della giornata riguarda però il tempo impiegato per fischiare il calcio di rigore. Gavillucci, prima di avere le idee chiare, ha dovuto attendere quasi cinque minuti. A San Siro è iniziata la ola, in attesa della certezza del tiro dal dischetto. E intanto su Twitter spopola l’ironia sull’episodio. In tanti puntano il dito su una decisione presa con troppi minuti di ritardo, mentre altri sottolineano come i campionati, grazie al Var, possano davvero prendere una piega positiva sotto tutti i punti di vista. Insomma, il supporto video fa discutere e genera risate a non finire sui social.

1. I post ironici sul Var di San Siro

2. I post ironici sul Var di San Siro

3. I post ironici sul Var di San Siro

4. I post ironici sul Var di San Siro

5. I post ironici sul Var di San Siro

6. I post ironici sul Var di San Siro

7. I post ironici sul Var di San Siro

8. I post ironici sul Var di San Siro