De Zerbi: «Voglio i tifosi più vicini al Palermo»

40
© foto www.imagephotoagency.it

Il calcio di Roberto De Zerbi è divertimento e organizzazione, lo dice il tecnico stesso: «Fondamentale la voglia di proporsi. Zamparini? Sa che decido io…»

Il Palermo non è ancora la squadra che ha in mente Roberto De Zerbi ma c’è solo bisogno di tempo. I giocatori si applicano e seguono il tecnico, il quale dice di aver instaurato un bel rapporto con Maurizio Zamparini. Lui, Faggiano e Di Marzio lo hanno voluto e non hanno mai fatto pressione sulle scelte del tecnico: «Tanto ormai alla fine sa che decido io». A proposito di società, si parla di Palermo ai cinesi ma De Zerbi è contento della struttura attuale e si fida del presidente. L’allenatore poi racconta degli inizi in panchina al Darfo Boario e della rottura col Foggia: «Mi sono fidato di persone sbagliate, solo io e i dirigenti sappiamo la verità».

TIFOSI VICINI, DICE DE ZERBI – Adesso De Zerbi ha portato un nuovo modulo al Palermo e gioca a tre per esaltare la qualità degli esterni, ma per lui il progetto è ben altro: «Parto dall’idea che il calcio sia divertimento anche ai massimi livelli. Per me p fondamentale la voglia di proporsi e anche a Palermo servono coraggio e consapevolezza, si arriva al risultato solo con organizzazione». E questo Palermo dove può arrivare? Il tecnico vuole vivere gara dopo gara ed è orgoglioso di allenare questo gruppo di ragazzi fantastici, come li definisce lui stesso nell’intervista a La Gazzetta dello Sport. De Zerbi infine elogia sia Diamanti che Nestorovski e manda un messaggio ai fan del Palermo: «Li vorrei più vicini ai giocatori, che non sono scarsi e destinati alla retrocessione, ma meritano affetto».

Condividi