Intercettazioni Galliani-Bogarelli: «Juventus arrogante, Agnelli imbecille»

galliani milan
© foto www.imagephotoagency.it

Intercettazioni Galliani-Bogarelli, spuntano conversazioni tra l’ex ad del Milan ed il noto manager nell’inchiesta Infront con argomento la Juventus ed il comportamento del presidente Agnelli: «L’arroganza è cosa della Juventus che ad essa non sa sfuggire». Offese al presidente bianconero – 4 maggio, ore 7.50

Nell’edizione odierna, La Gazzetta dello Sport ha pubblicato altre parole dell’intercettazione tra Galliani e Bogarelli. Lo stesso ad di Infront dice su Agnelli: «Oltre a essere un imbecille… Non è un genio. Va in Germania a sputtanare la Lega? Gli scrivo, basta, Tutti che sputano sul calcio italiano, come si fa a vendere? Penso sia impazzito». Queste invece le parole di Galliani: «Sarà bene che risponda qualcun altro perché io, voglio dire, io la botta gliela do, la botta sarà nella ripartizione dei diritti tv. Ora chiamo Enrico (Preziosi, ndr) che dice che bisogna sempre parlare con Agnelli e faccio casino» Infine Bogarelli chiede addirittura di Bee Taechaubol: «Ma è vero che siamo dentro anche noi con il Milan? C’è anche Infront dentro quello che vuole comprare il Milan?». La risposta di Galliani: «No, zero. Non c’è, poi ti racconterò. Vediamo cosa accade con Mr Bee, poi ragioniamo delle cose nostre».

Intercettazioni Galliani-Bogarelli: le dichiarazioni

Intercettazioni Galliani-Bogarelli, aggiornamenti sull’inchiesta Infront. L’ex amministratore delegato del Milan Adriano Galliani ed il presidente del Genoa Enrico Preziosi sono citati nella richiesta di arresto per tre ex manager sulla compravendita dei diritti tv della Lega Calcio e su Infront Italia, richiesta respinta dal Gip Manuela Accursio Tagano. E nella richiesta di arresto spuntano, come riporta La Gazzetta dello Sport, delle conversazioni tra Galliani e Marco Bogarelli, ad di Infront e tra i tre citati nella richiesta di arresto insieme a Ciocchetti e Silva: in particolare, emergono dialoghi circa il comportamento della Juventus e del presidente Andrea Agnelli. «L’arroganza è cosa della Juventus che ad essa non sa sfuggire…commento che io ho fatto, voglio dire, loro bisognano darli…perché il signor Agnelli prende 100 milioni dalla Lega Calcio», queste le parole di Galliani parlando dei diritti d’archivio, e ancora: «continua a sputare merda sul calcio italiano».

Condividi