Conte e il ritorno di Allegri i sogni proibiti del Milan

allegri juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Clamorosa indiscrezione di mercato sul Milan: i rossoneri pensano a Conte per il dopo Montella ma non è da escludere un ritorno di Allegri

Il Milan pensa all’esonero di Vincenzo Montella? La panchina del tecnico rossonero traballa come non mai. Le tre sconfitte consecutive (4 ko in 8 gare di campionato) mettono pressione all’allenatore rossonero. La società lo ha confermato ma ha anche lanciato dei chiari messaggi: «ci aspettavamo dei punti in più. Siamo indietro sulla tabella di marcia ma c’è ancora tempo perché manca l’80% di partite». Insomma, Montella deve fare in fretta. La fiducia del club non è illimitata, nonostante il rinnovo firmato a inizio estate. Secondo “Repubblica” sono tre i grandi sogni del Milan: Allegri, Ancelotti e Antonio Conte.

Il nome di Ancelotti, sulla base dei colloqui di un agente italo-tedesco di stanza a Londra, è assai gradito in Cina ma il tecnico di Reggiolo pare intenzionato a tornare in Premier League. Gli emissari rossoneri continuano a tenere vivi i contatti con Conte, pronto a divorziare dal Chelsea a fine stagione. Per tentarlo però servono uno stipendio di prima fascia e una programmazione solida. Sono gli stessi requisiti indispensabili per provare il revival con Allegri. Alessandro Moggi, vicino al Milan, starebbe tessendo la tela. Max potrebbe lasciare la Juve a fine anno ma, come per Conte e Ancelotti, serve un ingaggio da almeno 10 milioni di euro. «La Champions resta l’obiettivo. Sarebbe sgradevole mancarlo, dovremmo posticipare di un anno i progetti della società, anche se non sarebbe un dramma». Montella è avvisato!