Allegri non si nasconde: «Per lo scudetto serve qualcosa di straordinario»

Allegri non si nasconde: «Per lo scudetto serve qualcosa di straordinario»
© foto www.imagephotoagency.it

Massimiliano Allegri ha parlato a margine dell’incontro allenatori-arbitri tenutosi al Coni: «Nel calcio non c’è mai nulla di scontato»

Saranno 4 giornate di campionato di fuoco. Ancora 12 punti in palio con uno solo a divedere Juventus e Napoli. Mai come negli ultimi 6 anni lo scudetto è tanto in discussione. Massimiliano Allegri non si nasconde e a margine dell’incontro allenatori-arbitri tenutosi al Coni dice: «Sapevamo che il campionato quest’anno sarebbe stato difficile e il Napoli sta facendo grandissime cose. Ora mancano quattro partite, abbiamo una settimana per recuperare le energie e preparare al meglio questo finale. Bisogna essere bravi e avere la serenità perché abbiamo ancora un punto di vantaggio, bisogna fare qualcosa di straordinario».

Sul match giocato all‘Allianz Stadium ieri sera, il tecnico aveva detto a caldo che si trattava di una partita bruttissima, oggi aggiunge: «Non è stato bello, è stata una partita bloccata in cui loro hanno avuto un po’ più di gestione della palla ma grandi occasioni non ce ne sono state». Fino al gol, forse scudetto, di Koulibaly: «C’è stato questo episodio al 90′ in cui noi potevamo sicuramente fare meglio, ma il calcio è questo, sono cose che succedono. Ora ci aspettano partite difficili, così come ce l’hanno loro, e poi nel calcio non c’è mai niente di scontato. L’aspetto psicologico è molto importante, bisogna rimanere sereni. È un bel finale di stagione, molto interessante per tutti. Sono decisive tutte le partite!»