André Silva: «Messaggi dal Milan, per loro sono un investimento»

andrè silva portogallo
© foto www.imagephotoagency.it

André Silva, attaccante del Milan in prestito al Siviglia e prossimo avversario in Europa League della Lazio, parla di un possibile ritorno in rossonero in estate

André Silva sarà prossimo avversario della Lazio giovedì in Europa League all’Olimpico: un ritorno in Italia dopo nemmeno una stagione per lui che in estate era stato ceduto in prestito dal Milan al Siviglia. Dopo l’opaca annata rossonera, l’attaccante portoghese quest’anno sembrerebbe essersi rilanciato alla grande, così tanto da rendere ancora oscuro il suo futuro: gli spagnoli vorrebbero riscattarlo, ma da Milano c’è chi parla di un possibile ritorno. «Se dovessi decidere, andrei a giocare nella miglior squadra del mondo – ha ammesso Silva ai microfoni de La Gazzetta dello Sport . Così come se mi dicono di scegliere tra titolare a Siviglia o al Milan senza giocare mai, la preferenza è scontata. Però sono in mezzo a due situazioni: qui sto bene e sono un giocatore del Milan. Non ci penso, altrimenti mi distraggo».

Certo, al Milan probabilmente oggi non sarebbe titolarissimo, eppure l’ipotesi di un ritorno non è poi tanto lontana, come lo stesso André Silva lascia intendere: «Dalla società mi mandano messaggi e mi dicono che sto facendo un buon lavoro. Del resto per loro sono comunque un investimento. Nella squadra ho tanti amici e quando sono venuti a Siviglia a giocare col Betis sono stato in albergo a salutarli. Gli spagnoli vorrebbe riscattarmi? Se lo fanno è perché hanno fiducia in me e pensano possa far bene, ma è presto, non ho ancora fatto niente. Il presente condizionerà inevitabilmente il futuro. Io voglio solo giocare ed essere felice». Un messaggio chiarissimo.