Connettiti con noi

Hanno Detto

Ballotta: «Inter Favorita, Donnarumma in difficoltà, ma capita a tutti»

Pubblicato

su

Intervenuto ai microfoni di Juventusnews24, l’ex portiere ha parlato di Juve, corsa scudetto e Donnarumma

Marco Ballotta è intervenuto in esclusiva ai microfoni di JuventusNews24 per presentare il match tra Juventus e Bologna, in programma oggi all’Allianz Stadium di Torino. Tanti i temi toccati dall’ex portiere: di seguito tutte le sue dichiarazioni.

Chi è la favorita del terzetto là davanti?

«Al momento dico l’Inter, perché è quella che può avere il punto di vantaggio se vince il recupero contro il Bologna. Adesso devono parlare i numeri. Non potranno gestire solo quel punto di vantaggio, però sei davanti ed è sicuramente un vantaggio. Ma quest’anno mi sembra quasi che nessuno voglia vincerlo questo scudetto. Ci sono compagini lì davanti che non sono attrezzate per poter lottare sempre per portare a casa il risultato: l’Inter era quella più completa dal punto di vista dell’organico, ma anche lei ha avuto tanti alti e bassi».

Che succede a Donnarumma? Secondo lei questi alti e bassi sono da ricondurre ad un ambiente che, almeno dall’esterno, non pare essere dei più idilliaci?

«È accaduto a tutti i portieri di avere momenti del genere, anche a Buffon. È normale, si è umani: magari si fa un errore, poi un altro, e a livello psicologico non sei più tranquillo, le tue prestazioni calano di conseguenza… ci sta tutto. In questo momento è in difficoltà ma ha dimostrato anche in passato di sapersi riprendere dopo qualche errore. Io penso che Donnarumma sia forte mentalmente: non a caso è il portiere della nostra Nazionale e gioca in una società così importante. Se è lì vuol dire che ci sono le condizioni affinché possa riprendersi, questo è fuori discussione».

È un rimpianto per la Juve non averlo messo sotto contratto la scorsa estate?

«Era un’occasione sicuramente, anche perchè non so se Szczesny possa andare avanti ancora per molti anni. Un portiere come Donnarumma ti poteva garantire per almeno dieci anni una tranquillità, senza andare in cerca di altri. È italiano, conosce il nostro campionato ed è un campione: poteva essere una bella occasione per la Juve. Non dico che non l’abbia sfruttata, ha fatto semplicemente altre scelte».

CLICCA QUI PER L’INTERVISTA INTEGRALE DI JUVENTUSNEWS24