Bologna-Roma, De Rossi: «Di Francesco non è l’unico colpevole»

Bologna-Roma, De Rossi: «Di Francesco non è l’unico colpevole»
© foto www.imagephotoagency.it

Il capitano della Roma De Rossi difende l’allenatore Di Francesco dopo la sconfitta con il Bologna ricordandone i traguardi raggiunti

La sconfitta della Roma contro il Bologna e soprattutto i 5 punti raccolti nelle prime 5 giornate di campionato hanno profondamente sconvolto l’ambiente giallorosso. L’allenatore Di Francesco ha chiesto alla squadra si pensare solo a lavorare mentre i tifosi hanno contestato la società con cori piuttosto espliciti. Il presidente del club James Pallotta si è invece detto disgustato dopo il match del Dall’Ara. Il capitano giallorosso Daniele De Rossi non accampa scuse per la pessima prestazione ma tende la mano al suo tecnico difendendolo ai microfoni di Sky Sport.

«C’è il senso illogico di quando le cose vanno molto male, di quando le rotte sembrano impossibili da invertire. E c’è il senso dell’esperienza mia che dice che momenti così ne abbiamo passati tanti e ne siamo usciti fuori, a volte meglio a volte peggio. C’è comunque l’obbligo morale di fare molto meglio di così.- ha detto De Rossi – Di Francesco? È lo stesso allenatore che ci ha portato in semifinale di Champions, quello con cui comunichiamo, non vedo perché il colpevole sia soltanto lui. Per battere il Bologna o il Chievo, con tutto il rispetto, non serve Guardiola in panchina. Prendiamoci le nostre responsabilità, lui starà sbagliando come stiamo sbagliando noi calciatori. Non si salva nessuno, non mi sembra questo il momento di dover prendere e dare la colpa all’allenatore».