Bonucci difende Ventura: «Non è colpa sua, va cambiata la proposta generale»

bonucci milan
© foto www.imagephotoagency.it

La Nazionale fuori dal Mondiale e il Milan sconfitto a Napoli: Leonardo Bonucci a proposito di un momento non felicissimo

Leonardo Bonucci ha perso con il Milan a Napoli, ma la testa è ancora alla Nazionale e al fallimento dell’Italia. A proposito di Napoli-Milan Bonucci ha dichiarato: «Prendiamoci il fatto di aver giocato quasi alla pari con il Napoli, che è la squadra in lizza per lo Scudetto. Abbiamo sbagliato solo le partite con la Lazio e la Sampdoria. La squadra c’è, bisogna fare un salto in quanto a coraggio e autostima. Le partite vanno sempre giocate e non ci regala nulla nessuno, anche se da adesso in avanti il calendario ci sorride. Fino al 6 gennaio non ci possiamo più permettere passi falsi. Non possiamo non fare punti in questo ultimo mese e mezzo».

Bonucci a Sky ha parlato anche della Nazionale: «La rabbia per quello che è stato c’è ancora e ci sarà sempre. Abbiamo fallito qualcosa di veramente unico, è un peccato e ci rimettiamo tutti quanti. Purtroppo siamo mancati a livello di qualità, di talento e di queste cose qua, che non ci hanno portato in Russia. Guardo al futuro e vedo i talenti, seppur pochi, nelle big, ma credo che vada cambiato qualcosa nel calcio. Io spero in una proposta che migliori il sistema e il calcio italiano. Pensare di andare avanti così è deleterio per tutti quanti, per chi lavora dentro e fuori dal calcio, a prescindere dalle poltrone. Trovare un unico colpevole in Ventura è brutto e riduttivo, se siamo arrivati a questo punto è tutto da dividere. Ancelotti va bene, ma deve cambiare tutto. Va tutelata la crescita all’interno delle big».