Braida: «Il Barcellona può rimontare. Milan? Spero resti a Berlusconi»

leo messi barcellona
© foto www.imagephotoagency.it

La Champions League vista da Ariedo Braida, direttore sportivo del Barcellona impegnato col Paris Saint Germain: le ultime anche sul Milan e su Luis Enrique

Ariedo Braida, direttore sportivo del Barcellona, spera nella rimonta del suo club contro il Paris Saint Germain in Champions League. L’ex rossonero ha detto: «Il Barcellona ha perso quattro a zero ed è difficilissimo recuperare ma con Messi tutto è possibile, abbiamo tutti l’illusione di potercela fare. Diciamo che se fossi un tifoso, comprerei il biglietto. All’andata è stata una serataccia iniziata male e finita peggio, non è che il Barcellona fosse una big prima di Parigi e ora sia peggiorata. Sono dell’idea che il Barca sia ancora la miglior squadra del mondo ma c’è la volontà di provare a rimontare. In passato la squadra ha fatto rimonte incredibili». Il Barcellona deve anche pensare al futuro e Braida ha dichiarato: «Per il ruolo di successore di Luis Enrique si parla di Valverde, Koeman, Sampaoli e altri ma non sappiamo ancora chi prenderà il Barcellona, è un argomento che preferisco lasciare al presidente. Sarri? A Barcellona tifano per lui contro il Real Madrid, il Napoli ha buone possibilità. Deulofeu è un buon giocatore ma si sa che nel calcio d’oggi bastano poche partite per passare dalle stelle alle stalle e viceversa, sono comunque contento che sia emerso al Milan e stia facendo bene». A Radio Rai Braida ha chiuso parlando del Milan: «Ho i rossoneri nel cuore, ma al Barcellona sto bene. Mi auguro che resti Berlusconi, spero che le grandi squadre restino agli imprenditori italiani».