Connettiti con noi

Azzurri

Il sogno Mondiale di Buffon è il sogno di tutti i bambini, non rubiamoglielo

Pubblicato

su

buffon mondiale

Continua a far discutere Gigi Buffon: il neo portiere del Parma ha di nuovo ribadito il sogno di arrivare al Mondiale 2022

Gigi Buffon ha candidamente ammesso, ancora una volta, che il sogno Mondiale è più vivo che mai. E giù polemiche e dibattiti social tra chi nutre profonda ammirazione per il Peter Pan dei tre legni e chi, invece, lo accusa di non aver captato il momento giusto per smettere.

D’altro canto il confine è davvero labile. Non tutti i grandi campioni hanno saputo cogliere al volo l’occasione per chiudere la propria carriera da “vincenti”. Il caso di Valentino Rossi è forse quello più attualmente emblematico nel mondo dello sport italiano.

Allo stesso modo, l’ex leggenda della Juventus non ha ancora trovato la forza di dire basta. Troppo grandi la passione e l’amore per il profumo dell’erba, al punto di scendere per la seconda volta in carriera in Serie B e risposare a distanza di 20 anni la causa del Parma.

Una scelta, a suo dire, dettata anche dal sogno di partecipare al Mondiale 2022 in Qatar. L’ultima presenza azzurra risale al marzo 2018, di un paio di mesi antecedente all’annunciato addio alla Nazionale e di sei mesi successiva alla famigerata doppia sfida contro la Svezia che ci escluse da Russia 2018.

Un sogno che rimarrà esclusivamente tale, perché lo stesso Gigi Buffon è ben consapevole che Mancini non lo convocherà, a meno di cataclismi. Intoccabile Donnarumma, ai vari Meret, Cragno, Gollini e Silvestri il compito di giocarsi le proprie chance, senza dimenticare quel Sirigu che ha svolto in maniera esemplare il ruolo di uomo-spogliatoio.

Ma nella testa del Superman gialloblù poco importerà. Il suo sogno è in fondo quello di tutti i bambini che si avvicinano al gioco del calcio. E allora non rubiamoglielo tra critiche inutili e polemiche sterili. Come si dice, sognare non costa nulla. Anche a ben oltre la quarantina…