Svolta Lapadula? Il Bologna offre Destro, il Genoa resta dubbioso…

Iscriviti
destro musacchio milan-bologna
© foto www.imagephotoagency.it

Bologna e Genoa lavorano all’eventualità di uno scambio alla pari Destro-Lapadula: valutazioni in corso sulla fattibilità dell’affare, resta ancora da superare la diffidenza di Ballardini

Un calciomercato precoce ed articolato che rischia, ancora prima del suo inizio, di cambiare inevitabilmente il Genoa, alle prese con un po’ di questioni sul tavolo da qui all’inizio del prossimo mese. Sì, perché oltre alla trattativa che dovrebbe – potrebbe – portare Mattia Perin alla Juventus (leggi anche: CALCIOMERCATO: PERIN-JUVENTUS, LE ULTIME) o in qualsiasi altra squadra, restano una serie di nodi da sciogliere in casa rossoblu. Partendo proprio dall’attacco, reparto in cui, almeno in teoria, poco dovrebbe cambiare: Goran Pandev, in scadenza, potrebbe rinnovare a breve, confermato anche Giuseppe Rossi, verso il riscatto – obbligatorio – dal Milan Gianluca Lapadula. Proprio sull’ex punta rossonera però nelle ultime ore si sarebbero concentrati gli sforzi del Genoa: Lapadula – soltanto sei gol quest’anno in campionato – non è propriamente in cima alle priorità di Davide Ballardini, che anzi secondo i gossip avrebbe già fatto richiesta per un altro attaccante d’area più incline alle sue idee di gioco. Vero che è, rispetto a quest’anno, molto in termini tattici dovrebbe cambiare in casa Grifone e che quindi non è escluso che anche lo stesso Lapadula ritrovi sé stesso e la via del gol con un modulo magari un po’ meno difensivo, ma l’enigma di calciomercato rimane…

Rimane più che altro perché il Genoa, nonostante le oggettive difficoltà a trovare un eventuale sostituto (leggi anche: CALCIOMERCATO GENOA: IL NODO LAPADULA), non ha per nulla escluso l’eventualità di una cessione immediata, post-riscatto, dell’attaccante italo-peruviano. All’orizzonte si profilerebbe la possibilità, addirittura, di uno scambio: quello con la punta del Bologna, ex Genoa, Mattia Destro. Al di là delle smentite pro-forma sul possibile affare (il team manager del Bologna, pure lui ex genoano, Marco Di Vaio lavorerebbe comunque per confermare Destro, reduce da un’altra stagione molto difficile) c’è da dire che la strada di uno scambio praticamente alla pari Lapadula-Destro è per il momento l’unica percorribile sia da parte del Genoa, sia da parte del Bologna (che non a caso spingerebbe sulla trattativa), per provare a sbarazzarsi delle rispettive problematiche in attacco cambiando qualcosa. Sulla carta almeno, anche da un punto di vista economico, l’operazione sarebbe fattibile: Destro vale attualmente una decina di milioni di euro, Lapadula è stato pagato 11. Di base a frenare l’affare – si mormora – pare ci sia però la diffidenza di Ballardini stesso, non del tutto soddisfatto da Lapadula, ma neppure convintissimo da Destro: valutazioni in atto.


Leggi anche: CALCIOMERCATO: TUTTE LE ULTIME NOTIZIE