Calcioscommesse, Nicchi: “Arbitri puliti e trasparenti”

© foto www.imagephotoagency.it

Marcello Nicchi, presidente dell’Aia, ha ribadito l’estranietà  della classe arbitrale italiana dallo scandalo relativo alle calcio scommesse: “Gli arbitri sono puliti e trasparenti e fuori da ogni problematica – sottolineando che – per noi non c’è alcun danno di immagine, piuttosto viene creato da chi insiste con la diffamazione e la malversazione. Gli arbitri da tutto questo non sono nemmeno sfiorati”. Nicchi ha poi chiarito la posizione del direttore di gara Gavillucci, accusato di aver arbitrato nonostante fosse dipendente di un’agenzia di scommesse: “Gavillucci non ha nulla da chiarire ha fatto più del suo dovere visto che tre anni fa ha chiesto che venisse specificato il suo lavoro”.