Connettiti con noi

Azzurri

Conferenza stampa Florenzi: «Milan come la Nazionale. Con la Macedonia…»

Pubblicato

su

Conferenza stampa Florenzi, l’esterno della Nazionale e del Milan ha parlato dal ritiro di Coverciano. Le dichiarazioni

Alessandro Florenzi ha parlato dal ritiro dell’Italia a Coverciano.

MILAN COME L’ITALIA – «Durante il percorso al Milan ho trovato molte analogie tra i rossoneri e la Nazionale che ha vinto l’Europeo. Io lo dicevo da un po’, all’inizio non mi capivano perchè non avevano vissuto quello che ho vissuto io, ma lo senti quando c’è qualcosa e alla fine ho avuto ragione».

MIX GIOVANI E MATURI- «In tutte le squadre deve esserci questo mix giusto per creare un gruppo vincente. Al Milan ci sono diversi giovani che diventeranno campioni, ma a volte anche l’esperienza ti aiuta».

SENZA MALDINI – «L’ho conosciuto quest’anno, parliamo di un uomo dai grandi valori come Massara. Sono la base del campionato vinto, hanno fatto un grande lavoro. Sono persone molto importanti che possono fare bene al Milan. Un Milan senza Paolo è come una Roma senza Totti».

MACEDONIA – «Quanto accaduto ci dispiace e ora vogliamo voltare pagina».

CONFERENCE LEAGUE – «Non ho potuto festeggiare in incognito ma l’avrei fatto sicuramente. Ciò che un po’ mi dispiace è di non aver vinto qualche trofeo con la Roma».

FUTURO IN NAZIONALE – «Ci sarò fino a quando il ct mi chiamerà. Questo è il mestiere più bello della storia. Io devo farmi trovare pronto col club e poi se il ct avrà fiducia in me mi chiamerà perchè l’Italia non si rifiuta».

FUTURO AL MILAN – «La volontà è andare in vacanza. Penso solo a quello».

PROSSIMO IMPEGNO – «Quando indossi la maglia della Nazionale non puoi non avere motivazioni. E’ il sogno di tutti i bambini, perchè non dovrei essere motivato?.

CHIELLINI COME IBRA – «Sì, il paragone ci può stare. Sono tanto diversi perchè uno mena in campo, un altro fuori. Ma come carisma sono simili».

COSA LASCIA CHIELLINI – «Ci lascia una leggenda del calcio italiano. Ci mancherà il suo carisma, ii suoi discorsi e la sua tranquillità. Mercoledì vogliamo che lasci la Nazionale con una vittoria».