Conti scalpita: «Milan in Champions League, verremo fuori»

conti milan
© foto www.imagephotoagency.it

Infortunato al ginocchio, Andrea Conti ha assistito al flop dell’Italia e ora aspetta il suo rientro col Milan: le ultime e le dichiarazioni del terzino su Nazionale e Serie A

Andrea Conti non ha potuto prender parte agli ultimi incontri in Nazionale, purtroppo per gli azzurri. Adesso ricorda la vittoria nel 2006 e si rattrista per un Mondiale senza Italia. Non è un momento facile perché il terzino viene da un brutto infortunio e sta cercando di recuperare, il laterale del Milan racconta che i primi quindici giorni non è riuscito quasi a chiudere occhio. Ora lavora a Milanello, dalla mattina al primo pomeriggio terapie per il ginocchio, vuole rientrare il prima possibile: «Mi hanno detto che a marzo dovrei farcela. Ho corricchiato ed è stata una liberazione. Ho scoperto di essere un ragazzo forte ma mi manca il campo». Poi la rivelazione: da piccolo tifava Juventus, la squadra di famiglia. Ora sono tutti rossoneri, ma ha un bassotto che si chiama Arturo per via di Vidal…

Il Milan secondo Conti: «Verremo fuori»

Non si può non parlare dell’Italia fuori dal Mondiale, un flop che ha lasciato parecchio amaro in bocca pure al milanista. «Ero sicuro che ci saremmo qualificati – dice Conti – e si parla di frizioni nel gruppo, ma non ci ho mai visto problemi. Il futuro non è disastroso, ci sono giovani ottimi». Di Biagio è stato probabilmente uno dei primi a credere nell’attuale terzino del Milan, secondo Conti sarebbe pure un ottimo traghettatore per la Nazionale perché coi giovani ci sa fare. Tornando al Milan, ormai l’ex atalantino è un rossonero vero, tanto che in Inter-Atalanta tiferà per i nerazzurri di Bergamo (da buon ex e per via dell’amico Caldara). Infine a La Gazzetta dello Sport afferma: «Sapevo di Napoli e Chelsea, ma era l’Inter a volermi. L’interesse del Milan è stato maggiore e ho deciso per il nuovo ciclo rossonero. Verremo fuori, andremo in Champions».