De Laurentiis blinda Ancelotti: «E’ il nostro Ferguson. Prima o poi batteremo la Juve»

De Laurentiis blinda Ancelotti: «E’ il nostro Ferguson. Prima o poi batteremo la Juve»
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente del Napoli ha parlato del futuro del calcio e del futuro di Carlo Ancelotti. Ecco le sue dichiarazioni

Aurelio De Laurentiis, presente ad Amsterdam per la riunione dell’ECA, ha parlato a Sky Sport del futuro del calcio e del futuro del Napoli. Un futuro che non può prescindere da Carlo Ancelotti. Il tecnico è in simbiosi con il presidente. Tra i due c’è un grande rapporto come testimoniano le dichiarazioni del numero uno azzurro: «Se ho preso un allenatore che è venuto a Napoli, che ama la città, il centro sportivo e che, come ha dichiarato di recente, è pronto a rimanere a Napoli anche per otto anni, io lo voglio a vita».

Il presidente De Laurentiis paragona Carletto Ancelotti a Sir Alex Ferguson, alla guida del Manchester United per più di 20 anni: «Io sono un po’ sulla linea di Ferguson: per me l’allenatore deve essere il punto di riferimento della società. Secondo me un allenatore rappresenta in toto la società. C’è la conduzione societaria ma quella sportiva è fondamentale, perché è centrale in ogni società di calcio».

Aurelio De Laurentiis ha poi parlato della lotta con la Juventus: «Se avessi il fatturato di qualche club inglese o spagnolo forse vincerei tutti gli anni il campionato. Sono sicuro che prima o poi vinceremo contro la Juventus,  bisognerà capire quando sarà il prima e quando sarà il poi».