De Laurentiis: «Volevo Allegri per il Napoli». E su Higuain…

de laurentiis zaccheroni
© foto www.imagephotoagency.it

Le dichiarazioni del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, nell’intervista con El Pais alal vigilia dell’ottavo di Champions contro il Real Madrid

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, è stato intervistato da El Pais alla vigilia del match degli ottavi di finale di Champions League contro il Real Madrid in programma domani sera al San Paolo. «Ci sarà una grande atmosfera per la partita contro il Real Madrid e i biglietti, in vendita dal 29 dicembre, sono stati venduti in 4 giorni. Questo è un dato che fa capire l’importanza della partita, mentre quelli della trasferta a Madrid sono finiti in 45 minuti». Tanti i temi toccati dal patron azzurro nell’intervista, non solo attinenti alla super-sfida di domani ma ma anche all’ex calciatore del Napoli, ora alla Juventus, Gonzalo Higuain e al tecnico dei bianconeri Massimiliano Allegri: «Higuain? Il Real Madrid non gli ha dato la stessa visibilità che gli ha dato il Napoli: aveva una clausola di 90 milioni di euro e cosicché ci fosse stato qualcuno abbastanza interessato a pagarla io non avrei potuto dire nulla. Coloro che non accettano di essere considerati come parte della mia famiglia meglio venderli ogni tre anni. Qui lui ha fatto una delle sua migliori stagioni, ma ci ha fatto perdere una qualificazione alla Champions con un rigore sbagliato. Il fratello mi diceva sempre che ‘non gli piace Callejon’ ma è un calciatore che io amo, anzi, ho aumentato gli anni di contratto fino a quattro al calciatore spagnolo, non sono uno che si fa ricattare. Allegri? Mi piaceva molto quando allenava il Milan, lo volevo per il Napoli e mi disse che voleva aspettare. Così andai a Londra per parlare con Benitez e mi piacque molto, sembrava un napoletano, poi tornai a Roma e Allegri mi disse che avrebbe potuto, ma ormai era troppo tardi».