Delio Rossi: «Lotito e Zamparini non capiscono di calcio»

zamparini palermo
© foto www.imagephotoagency.it

Maurizio Zamparini e Claudio Lotito finiscono nel tritacarne di Delio Rossi, che non le manda di certo a dire…

Delio Rossi al momento è senza panchina ma si diverte a ricordare i tempi andati: quando da piccolo giocava col fratello, la sua passione per il ruolo di allenatore, la prima esperienza in Romagna, il campionato a Foggia con Zeman e molto altro. L’ex allenatore di Fiorentina e Bologna passa poi a parlare dell’esperienza alla Lazio: «Lotito non ha mai capito molto di calcio, non so come mai mi volle». Però cinque anni in biancoceleste sono stati tanti, sottolinea Rossi, che si sofferma sul momento dell’addio: «Ci qualificammo in Champions League e Lotito prese solo Vignaroli, feci presente il mio pensiero e seppi che sarei stato mandato via».

CAPIRE DI CALCIO – Delio Rossi è uno pane al pane e vino al vino, il tecnico romagnolo non guarda in faccia a nessuno nemmeno se bisogna usare parole forti. Lo fa anche in relazione a due suoi ex presidenti come Maurizio Zamparini al Palermo e Aniello Aliberti alla Salernitana: «Hanno una caratteristica, dopo un po’ pensano tutti di capirci di calcio, pensano sbagliando che un allenatore vale un altro e persino che allenare sia facile». A Il Corriere dello Sport quindi Rossi si toglie qualche sassolino dalla scarpa e conclude parlando dei suoi giocatori più forti: Vucinic, Cavani, Pastore ma anche Liverani, indicato come il più intelligente.