Salvini stronca Montella: «Milan ridicolo, lui ancora di più»

paolo berlusconi salvini
© foto www.imagephotoagency.it

Il derby della Madonnina tra Inter e Milan è terminato 3-2, sul banco degli imputati il tecnico rossonero Vincenzo Montella: Matteo Salvini, leader della Lega Nord e tifoso del Diavolo, si è scagliato contro l’Aeroplanino

Inter-Milan è terminata 3-2, gol vittoria di Mauro Icardi al 90′. Grande delusione in casa rossonera, con la formazione di Vincenzo Montella che ha raccolto quattro sconfitte nelle prime otto giornate di campionato. E proprio l’Aeroplanino è al centro delle critiche, colpevole dello scarso rendimento della super squadra costruita in estate. Intervenuto a Rai Radio Uno, il tifoso rossonero Matteo Salvini ha commentato così il risultato della Stracittadina: «Ieri sera ero allo stadio con mio figlio. Io ho vinto tutto quello che c’era da vincere, ma mi dispiace per mio figlio, un ragazzino di 14 anni che però è andato oggi a scuola orgoglioso con la sciarpa del Milan, orgoglio del papà. I colori sono i colori, la fede è la fede. Abbiamo una squadra ridicola, con un allenatore ancora più ridicolo».

Continua il leader della Lega Nord Matteo Salvini, scagliandosi contro Montella: «Nel primo tempo ha sbagliato totalmente formazione: non ha ancora capito con che modulo giocare e schiera calciatori non in forma, come Bonucci. Suso come Berlusconi, gioca troppo al centro? Suso è un fantasista che ha il diritto di svariare dove vuole, può fare le grandi coalizioni e, per segnare, può allearsi anche con Bertinotti. Lo vedo che svaria, ma mai sballando a sinistra (ride, ndr). Via Montella? Sì, al suo posto prenderei la qualunque. Ancelotti no, ha uno stipendio di 12 milioni di euro all’anno. Berlusconi ha fatto un errore clamoroso non prendendo Sarri, che sarà di sinistra e non elegantissimo, ma deve allenare una squadra».