Dybala svela: «Ho firmato con la Juve in spiaggia. Sognavo di essere come Ronaldo»

Dybala svela: «Ho firmato con la Juve in spiaggia. Sognavo di essere come Ronaldo»
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole di Paulo Dybala, attaccante della Juventus. Il giocatore argentino ripercorre tutta la sua carriera

Paulo Dybala si racconta. Il numero 10 della Juventus, sponsor della piattaforma OTRO, ha parlato della sua carriera, riavvolgendo il nastro dei ricordi e tornando indietro con la memoria, a quando ancora era un bambino: «La mia prima volta con un pallone? Ero un bambino, avevo 3 anni. Giocavo con i miei fratelli, poi mi sono iscritto a una scuola calcio. Poi giocavo sempre con i miei amici vicino casa. Il primo gol importante? A undici o dodici anni, giocavo per una squadra locale con i miei amici. 4 reti, in quella gara. Il quarto fu il pareggio e fu su punizione sotto l’incrocio. Le prime lacrime? Piangevo sempre quando perdevo una partita. Lo facevo ma non davanti ai miei compagni. Tornavo a casa, parlavo con mio padre e certe volte piangevo».

Dybala ha poi parlato della sua carriera: «Non pensavo di avere una carriera come questa, quello che sto vivendo adesso come calciatore. Con gli amici volevamo essere come Ronaldo o Ronaldinho. Una cosa che non scorderò mai è il mio esordio. Giocavo per l’Instituto de Cordoba ed era contro l’Huracan. 2-0 per noi. A guardarmi c’era la mia famiglia e c’erano i miei amici: loro avevano più ansia di me». Ecco le sue parole sulla firma con la Juve: «Quello è stato un giorno speciale per me. Mi trovavo in vacanza con mio fratello e i miei amici, il contratto arrivò mentre ero in spiaggia. Tornai in hotel, lo firmai e siamo tornati a prendere il sole». E ancora sulla Juve: «Dopo i gol al Barcellona i tifosi urlarono il mio nome. Dentro di me mi sono detto ‘Guarda cos’hai fatto? Ora continua!’. Dovevo trovare la forza di continuare e dare di più per renderli felici».