Evra, l’Uefa apre procedimento disciplinare: verdetto il 10 novembre

© foto Twitter

Procedimento disciplinare dell’Uefa su Evra per condotta violenta. Garcia condanna l’ex Juventus: «Non è più un ragazzino!»

Le immagini di Patrice Evra che rifila un calcione ad un tifoso dell’Olympique Marsiglia hanno fatto immediatamente il giro del mondo. Una reazione spropositata quella dell’ex Juventus che probabilmente gli costerà una lunga squalifica. Sin dalle prime ore di oggi stanno arrivando le reazioni ufficiali all’accaduto, con l’UEFA in prima linea. L’organismo europeo ha aperto ufficialmente un procedimento disciplinare per condotta violenta a carico di Evra. La Commissione Disciplinare si riunirà per decidere sul caso il prossimo 10 novembre per quanto accaduto nel pre-partita contro il Vitoria Guimaraes, in Portogallo, nella fase a gironi di Europa League.

Un gesto che ha immediatamente ricordato quello di Eric Cantona più di venti anni fa. Intanto anche l’allenatore dell’OM, l’ex Roma Rudi Garcia, ha condannato l’accaduto: «Ho parlato con Evra e mi ha spiegato cosa è successo. E’ brutto che i tifosi del Marsiglia insultino così un calciatore, ma sicuramente non si può rispondere agli insulti in quel modo. Lui non è un ragazzino, non ha vent’anni: ha molta esperienza e non può rispondere agli insulti così, sicuramente ha sbagliato» ha detto ai microfoni di Sky Sport. Intanto, secondo l’Equipe, l’ex difensore bianconero, oltre alla squalifica, rischia anche il licenziamento.