La finale di Champions League a New York può diventare realtà

Iscriviti
sergio ramos real madrid champions league
© foto www.imagephotoagency.it

La finale di Champions League a New York: il progetto della UEFA per il 2021 è stato svelato oggi dal direttore generale di Mediapro Roures

Una finale di Champions League lontano dall’Europa? Sì, perché no. Non subito, chiaro, ma magari a partire dal 2021. Si tratta di una eventualità molto concreta che la UEFA starebbe prendendo assai sul serio, come spiegato oggi Jaume Roures, direttore generale di Mediapro, ovvero l’azienda spagnola che detiene i diritti di moltissimi campionati ed anche dalle Champions League. «So che stanno negoziando la disputa di una finale di Champions League a New York», ha fatto sapere a Radio Catalunya il manager iberico. Non proprio una novità nel mondo dello sport la globalizzazione dei big match: già da qualche anno alcune partite della NBA – per esempio – si giocano in Europa. Una sfida che anche la UEFA avrebbe deciso di affrontare.

Non subito però, dicevamo, considerato che sedi delle prossime due finali di Champions sono di fatto già state assegnate: quella di questa stagione, nel 2019, al Wanda Metropolitano di Madrid, e quella del 2020 allo Stadio Olimpico Ataturk di Istanbul. Probabilmente dunque potrebbe essere proprio il 2021 l’anno buono per la nuova frontiera americana della Champions League: una finalissima da disputarsi nella Grande Mela ad un orario compatibile con entrambi i continenti (verosimilmente nel primo pomeriggio statunitense, quando in Europa è sera).