Insigne dribbla le polemiche: «Accetto le scelte di Ventura. Cercherò di essere un leader in futuro»

insigne
© foto www.imagephotoagency.it

Lorenzo Insigne, al ritorno da Milano, ha detto la sua sulla notte di San Siro e sul mancato utilizzo da parte del commissario tecnico Giampiero Ventura

Insigne non l’ha pareggiata la partita contro la Svezia perchè Ventura non l’ha schierato, ma, ai microfoni di Sky Sport, è apparso ancora scosso dalla partita contro la Svezia e ne ha parlato così: «Dispiace non andare ai Mondiali perché è sempre una bella competizione. Però ci abbiamo messo tutta l’anima fino alla fine, non ci siamo riusciti: chiediamo scusa all’Italia e ci rifaremo la prossima volta. Rimpianti? No, io ho sempre detto che accettavo le scelte del mister. Se ha fatto queste scelte, va bene così: non ho nessun rimpianto perché era una partita da vincere a tutti i costi e per lui quelli erano gli uomini giusti».

L’attaccante del Napoli dichiara quindi: «Io ho accettato le scelte perché, con la maglia della Nazionale, si accettano. Peccato che sia andata male. Nuova Italia? Mi metto sempre a disposizione. Se avrò il compito di trascinare i miei compagni, cercherò di esserne all’altezza e di portare l’Italia più in alto possibile. Sarà un’estate, comunque, azzurra, con l’obiettivo Scudetto? Sì, questo è il mio obiettivo. Io e i miei compagni ce la metteremo tutta per restare primi fino a maggio, lottando fino alla fine».