Dove vedere Inter-Parma in streaming ed in diretta tv

perisic bologna-inter
© foto www.imagephotoagency.it

Inter-Parma in streaming e diretta tv: ecco dove vedere l’anticipo del sabato della 4ª giornata di Serie A 2018/2019

Inter-Parma è l’anticipo valido per la 4ª giornata di Serie A 2018/2019: l’incontro è in programma per sabato 15 settembre 2018 alle ore 15 presso lo Stadio Giuseppe Meazza di Milano. Dopo la sosta internazionale, riprende il cammino di Luciano Spalletti e dei suoi, vittoriosi nell’ultima gara di campionato contro il Bologna (0-3) dopo i due passi falsi (sconfitta col Sassuolo alla prima e pareggio col Torino alla seconda) di inizio stagione. Di fronte i nerazzurri si troveranno il neo-promosso Parma di Roberto D’Aversa, sconfitto nell’ultima sfida contro la Juventus (1-2) e fermo – proprio come l’Inter – a quattro punti considerato il pareggio dell’esordio contro l’Udinese e la vittoria contro la Spal alla seconda giornata. Qui di seguito tutte le informazioni complete su come vedere l’incontro in streaming e in diretta tv.

 SEGUI LA DIRETTA LIVE DI INTER-PARMA! 

Inter-Parma sarà trasmessa a partire dalle ore 15 in esclusiva sulle frequenze di Sky Sport sui canali Sky Sport Serie A (numero 202 dello Sky Box, in HD 241) e anche in pay-per-view, anche per chi non fosse abbonato al pacchetto Calcio, sul canale Sky Calcio 1 (numero 251 dello Sky Box). Non è tutto ovviamente, perché la gara sarà disponibile in streaming per pcsmartphone e tablet su tutti i device iOSAndroid e Windows Mobile direttamente tramite l’app Sky Go e – per chi avesse sottoscritto abbonamento – su NOW TV (su dispositivi mobili, ma anche su smart tv tramite NOW TV Smart Stick). Ricordiamo infine che Bologna-Inter potrà essere seguita sulle frequenze radiofoniche di Rai Radio 1 e in diretta live testuale direttamente dal nostro sito con ampio pre-partita.

Inter-Parma: probabili formazioni

QUI INTER – Nessun cambio programmato per Spalletti che – ritrovato finalmente Radja Nainggolan contro il Bologna – dovrebbe riproporre più o meno la stessa formazione già vista in casa felsinea. Un dilemma, piuttosto, potrebbe riguardare il modulo da mandare in campo: rispetto al 3-4-2-1 di un paio di settimane fa, il tecnico nerazzurro potrebbe optare per più offensivo 4-2-3-1, ma quasi con i medesimi interpreti. Resta da sciogliere il nodo in avanti: Keita Baldé è stato provato in settimana al centro dell’attacco, in posizione avanzatissima, supportato alle spalle da Radja Nainggolan al centro ed Ivan Perisic e Matteo Politano sulle fasce. Restano quindi perplessità sulla condizione fisica di Mauro Icardi, reduce dalla convocazione con l’Argentina e non mandato in campo col Bologna per alcuni problemi muscolari: l’attaccante, sceso in campo con la sua nazionale contro la Colombia in settimana, ha confermato di aver pienamente recuperato dai problemi di qualche giorno fa ed al momento è in pieno ballottaggio proprio con lo stesso Keita, che potrebbe in extremis perdere il posto: Spalletti valuta l’opportunità di schierare il capitano dal primo minuto valutando anche l’aspetto psicologico della partita, cercando così di impaurire l’avversario. Per il resto, dal centrocampo in su, non sono previste novità di sorta, con la coppia composta da Roberto Gagliardini – apparso tuttavia un po’ stanco nell’ultima settimana in Nazionale – e Marcelo Brozovic, pure loro reduci dalle rispettive nazionali, davanti al solito quartetto difensivo in cui, ancora una volta, Stefan de Vrij potrebbe avere la meglio su Joao Miranda al centro. Da valutare la condizioni fisiche di Sime Vrsaljko, che si è infortunato nel corso della partita tra Spagna e Croazia e che dovrà essere visitato dallo staff medico nerazzurro.

QUI PARMA – Anche D’Aversa non dovrebbe sconvolgere praticamente nulla rispetto alla formazione vista in campo, non con scarsi risultati tra l’altro, contro la Juve. Gli emiliani potrebbero confermare il 4-3-3 di questo inizio di campionato allora, con gli stessi interpreti. In attacco spazio ancora al tridente composto da Roberto Inglese in posizione centrale ed Antonio Di Gaudio e Gervinho in supporto laterale. A centrocampo ancora il trio formato da Antonino Barillà, Luca Rigoni e Leo Stulac, con l’esperienza di Bruno Alves a guidare il solito reparto difensivo.

PROBABILE FORMAZIONE INTER (4-2-3-1) – Handanovic; D’Ambrosio, De Vriji, Skriniar, Asamoah; Brozovic, Gagliardini; Politano, Nainggolan, Perisic; Icardi. Allenatore: Spalletti

PROBABILE FORMAZIONE PARMA (4-3-3) – Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo, Gobbi; Rigoni, Stulac, Barilla; Di Gaudio, Inglese, Gervinho. Allenatore: D’Aversa