Inter, Ranieri: “Contento per Pazzini, Faraoni cresce”

© foto www.imagephotoagency.it

Claudio Ranieri si gusta il ritorno alla vittoria della sua Inter contro la Fiorentina. Dopo lo ‘scivolone’ con l’Udinese è tornato al gol anche Giampaolo Pazzini, che ha poi servito l’assist per il raddoppio di Nagatomo. Questa l’analisi del tecnico ai microfoni di “Sky Sport” a fine gara: “Serata della svolta per l’Inter? Non parliamo di questo, l’abbiamo detto troppe volte e consumata questa parola. à? stata un’ottima prova, dimostrazione di una squadra che cade, ma si sa rialzare. I tifosi sono stati magnifici ed hanno aiutato la squadra a giocare bene. Mi pare che la Fiorentina il primo in porta lo abbia fatto al 70′. Sono contento. Quanta sicurezza dà  un giocatore come Maicon? Sicuramente conta, quella fascia la fa mille volte. Gli avevo detto di non spingere come sempre, ho paura, perchè deve riprendere la condizione gradualmente. La squadra si è impegnata ed hanno fatto bene. Faraoni ha bruciato le tappe? Non so se è più titolare di altri, sta passando un buon periodo di forma e fa bene sulla fascia destra, nons i arrende mai, si trova bene sia con Nagatomo che con Maicon. Che macigno si è tolto Pazzini? à? stato importante. Mi è spiaciuto togliere Milito per una botta alla caviglia, altrimenti lo avrei lasciato in campo, perchè hanno bisogno di fare gol che è il loro pane quotidiano. Sono contento sia di non aver preso gol, che del gol di Pazzini. Come vedo Poli? à? un centrocampista centrale di buona qualità  e quantità . Penso sia pronto per il debutto, ha fatto buoni allenamenti. Oggi avevo bisogno di un mancino per aiutare Nagatomo, mentre Coutinho aveva dato tutto. Ho una squadra di giocatori che hanno vinto tanto e non vogliono essere chiamati ‘finiti’. Il pubblico di San Siro sarà  contento di questa reazione”.