Inter, iniezione di fiducia per l’Europa ma il centrocampo è a pezzi

spalletti brozovic inter
© foto www.imagephotoagency.it

L’Inter ritrova il sorriso e tre punti fondamentali, ma perde Brozovic per un risentimento muscolare a 4 giorni dall’Eintracht

Tre punti fondamentali per l’Inter in chiave Europa che a San Siro batte la Spal e si riporta a -1 dal terzo posto occupato dal Milan a sette giorni dal derby. Per oltre un’ora di gioco, però, la Spal ha messo in seria difficoltà i nerazzurri, coprendo tutti gli spazi e vanificando ogni sortita offensiva dell’Inter che nè con Lautaro Martinez (il migliore tra i suoi) nè con Politano riusciva a impensierire Viviano. Alla fine, proprio l’ex Sassuolo è riuscito a bucare la porta spallina (grazie anche alla deviazione decisiva di Bonifazi) con un bellissimo tiro nel cuore dell’area di rigore. Pochi minuti dopo è toccato a Gagliardini centrare il raddoppio.

Ma Spalletti non può sorridere completamente. C’è anche il rovescio della medaglia. A fine primo tempo, infatti, Marcelo Brozovic ha risentito di un problema muscolare alla coscia sinistra che lo mette in serio dubbio per la sfida di giovedì contro l’Eintracht Francoforte. Piove sul bagnato per il tecnico nerazzurro che si vede il centrocampo privato del suo uomo più forte e, come se non bastasse, depauperato dall’infortunio di Nainggolan e dalle assenze di Gagliardini e Joao Mario, non inclusi in lista Uefa. Un reparto praticamente a pezzi e che Spalletti dovrà reinventare per provare ad accedere ai quarti di finale di Europa League. Una missione non da poco per il tecnico toscano che, con molta probabilità giovedì metterà Candreva trequartista con alle spalle Vecino e Borja Valero. Sempre che Brozovic e Nainggolan non stringano i denti e scendano in campo.