Italia fuori dai Mondiali? Un danno da 100 milioni, ma lo paghiamo tutti!

belotti italia
© foto www.imagephotoagency.it

L’Italia fuori dai Mondiali? Un danno per tutti! La Federazione potrebbe perdere fino a 100 milioni di euro in un sol colpo, ma a pagarne sarebbe tutto il Paese: ecco per quale motivo…

Non andare ai Mondiali sarebbe una catastrofe: questa l’avete già sentita. L’eventuale mancata qualificazione a Russia 2018 da parte dell’Italia stasera contro la Svezia aprirebbe una voragine enorme, forse difficile da colmare, anche e soprattutto dal punto di vista economico. Chi pensa che in Italia il calcio sia solo un gioco, sbaglia. Basti pensare che, dopo la vittoria dei Mondiali nel 2006, il PIL italiano nel 2007 riuscì a crescere del 4,1% contro il 2,2% dell’anno precedente. Ragionando all’inverso, allora, è facile desumere come non accedere nemmeno alla fase finale del Mondiale sarebbe catastrofico: la FIGC perderebbe da sola circa 100 milioni di euro, secondo le stime. Senza parlare del possibile rallentamento della crescita nazionale: quando ci sono i Mondiali la gente esce e si raduna, compra televisori, rinvigorisce il mercato della ristorazione e quello pubblicitario. C’è poi il discorso del brand Italia nel mondo: mica fichi!

Al QS spiega bene lo scenario pessimo che potrebbe pararsi di fronte l’Italia in caso di mancato accesso ai Mondiali Matteo De Angelis, professore di marketing all’Università LUISS Guido Carli di Roma: «Solo accedere ai Mondiali frutta 9,5 milioni. Andando avanti i premi aumentano fino ai 38,5 di chi si porta a casa la Coppa del Mondo». Poi ci sono gli sponsor: la FIGC incassa 43 milioni di euro l’anno (circa il 30% degli introiti) solo da quelli. Senza Mondiali sarebbe dura rinegoziare a certe cifre… Senza parlare dei 26 milioni pagati dalla Rai ogni anno per i diritti tv: anche quella quota andrebbe rinegoziata a cifre più basse. Infine le scommesse: quelle sull’Italia durante i Mondiali fruttano allo Stato da sole circa 10 milioni di euro, ma se l’Italia ai Mondiali non c’è, adieu. Per questi motivi senza Russia 2018 crollerebbe un sistema intero (leggi anche: Italia, 4 risposte per 4 domande: perché non andare in Russia è una tragedia). Così farebbe tanto male.