Juventus, Pirlo a tutto tondo dalla Roma a Lippi e Capello

© foto www.imagephotoagency.it

Andrea Pirlo parla a SkySport alla vigilia del match tra Roma e Juventus.
Parlando della sfida giocata l’anno passato con il Milan a Roma, che ha consegnato lo scudetto ai rossoneri, dichiara: “E’stato molto particolare, è arrivato il titolo. Ma sarà  importante anche questa gara, perchè può avvicinarci a traguardi molto importanti”

Proprio sul cambio di maglia, racconta: “L’anno scorso sono rimasto fermo, non mi era mai successo. Ma sono ripartito ancora più carico, sapevo di poter dare ancora molto”

Un commento ovviamente anche sul mister: “Conte è un grande allenatore e un grande motivatore. Sappiamo che dobbiamo seguirlo e lo facciamo completamente, perchè ha dato un’impronta alla squadra che può farci arrivare a grandi traguardi”

Due parole anche per i propri compagni, da Totti a De Rossi: “Totti è un campione, ha un momento particolare per via dell’infortunio ma tornerà  a fare belle cose. De Rossi è un amico, anche perchè ci vediamo spesso in Nazionale. La scelta sul rinnovo di contratto è personale, vedrà  se vuole continuare o cambiare”

Marchisio appare decisamente in forma in questo campianato, specialmente nelle ultime gare, merito, secondo Pirlo, anche del ruolo ritrovato: “Era bravissimo anche quando giocava in una posizione non per lui ideale. Con il centrocampo a tre dà  il megli, inoltre è maturato e si sta dimostrando un campione”

Chiusura di intervista con un confronto tutto bianconero: Juventus di Lippi vs Juventus di Capello: “Erano entrambe suquadre fortissime, vincevano con giocatori straordinari. La Juventus era sempre la squadra da battere. Speriamo di essere così anche noi. Per adesso non abbiamo fatto ancora niente, vediamo alla fine della stagione sperando che le vittorie arrivino”