La speranza di Fabbricini: «Vorrei Buffon con l’Italia per un’ultima volta»

fabbricini
© foto www.imagephotoagency.it

Il commissario straordinario Fabbricini confessa: «Io e Mancini vorremmo avere Buffon a Torino per ciò che ha rappresentato per la Nazionale»

Un ultimo ballo. Per poi salutarsi definitivamente. Gigi Buffon e la Nazionale, una storia lunghissima iniziata il 29 ottobre 1997 e conclusasi tristemente a novembre contro la Svezia. Il portiere della Juve ha da pochi giorni annunciato l’addio alla Vecchia Signora ma la Nazionale italiana chiede la sua presenza in occasione della terza partita azzurra di Roberto Mancini in programma a Torino contro l’Olanda.

Queste le parole del commissario straordinario della FIGC Roberto Fabbricini: «Volevo parlarci per l’amichevole di Torino, per dirgli che lo vorrei lì con la squadra in qualche modo. Appena possibile lo chiamerò e credo lo stia facendo anche Mancini». Nonostante la chiusura dello stesso Buffon all’esperienza azzurra, Fabbricini spiega il valore di averlo nella sua Torino e concludere degnamente la sua esperienza azzurra: «L’importanza di Buffon non è tanto averlo in campo, quanto averlo per quello che ha rappresentato per la Nazionale un capitano come lui. Se poi gli impegni che ha assunto o le volontà che lui ha sono diversi… Vogliamo sentirlo anche per chiarire e capire bene il significato delle dichiarazioni che ha fatto».