Italia senza leader: più che personalità, serve coesione

barzagli toivonen svezia-italia
© foto www.imagephotoagency.it

Leader Italia, le ultime dallo spogliatoio azzurro. Un’analisi sulla Nazionale a poche ore dal fischio d’inizio con la Svezia e in messo alle mille critiche per Ventura

Leader Italia cercasi, ma forse non è quello di cui storicamente abbiamo bisogno. Negli ultimi tempi va di moda la figura del giocatore che, per carisma, deve prendere per mano la squadra e vincere quasi da solo. Sgombriamo subito il campo da teorie insulse: nell’Italia un elemento del genere non c’è, né in campo né in panchina. Abbiamo giocatori esperti come Chiellini e Barzagli, mostri sacri come De Rossi o Buffon, ma nessun vero leader. Non lo è Bonucci, al quale si addossano troppe responsabilità, non lo è nemmeno Ventura, che di esperienza ne ha solo sulla carta di identità. Eppure la parola “leader” riecheggia da giorni, come se bastasse un capo solo a guidare il popolo. Lungi da paragoni storici che, nell’attualità, stanno paurosamente tornando in vigore, non è con un unico giocatore simbolo che l’Italia è divenuta grande. L’importante è sempre stato lo spirito di gruppo.

Leader Italia cercasi, ma forse è meglio di no

Michael Jordan diceva: «Il talento fa vincere le partite, ma l’intelligenza e il lavoro di squadra fanno vincere i campionati». Ergo, con la Svezia può andarci bene e può capitare la giornata di grazia di Insigne o Immobile. Se volessimo avere più chance di vittoria allora dovremmo fare come nel 2006: tanti campioni, questo è vero, ma tutti con il solito obiettivo. Una squadra vera che faceva del collettivo la propria forza. Nel 2010 è successo quel che è successo, nel 2014 invece si è assaggiato quanto vediamo adesso. Le frasi di Buffon sui “vecchi che tirano la carretta” riecheggiano paurosamente. L’impressione è che chi di dovere ancora non abbia dimostrato il suo valore in Nazionale, a prescindere dal diventare leader tecnico o carismatico. Più che la singola personalità, servono coesione e unità d’intenti per andare in Russia.