Llorente, cuore Juve: «Ho ancora i brividi, se segno non esulto»

llorente
© foto www.imagephotoagency.it

Llorente si prepara ad affrontare la Juventus negli ottavi di Champions ma non dimentica i suoi anni in bianconero

Fernando Llorente, attaccante del Tottenham e prossimo avversario della Juventus in Champions League, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Premium Sport. Lo spagnolo è anche un ex della partita e non ha di certo dimenticato i suoi anni in bianconero: «Sono stati due anni meravigliosi – dice -, ho vestito la maglia della squadra più grande d’Italia. Ho la Juventus nel cuore, a quella città mi legano tanti ricordi. Ai tifosi bianconeri dico: avrò un’altra maglia ma vi voglio bene, non vedo l’ora di rivedervi”.

Parole dolci seguite da una promessa: «In caso di gol? Non esulterei per rispetto, d’altronde quando sento la parola Juventus mi vengono ancora i brividi». Llorente però non si sbilancia sul pronostico: «Io dico 50 e 50, sono due squadre fortissime. Dopo il sorteggio mi sono detto che è stato il destino: ho incontrato la Juve anche ai tempi del Siviglia ma non ero andato a Torino perché infortunato. Sarà molto emozionante tornare».

Lo spagnolo ha ancora contatti con alcuni ex compagni di squadra: «Con Lichtsteiner, Chiellini e Marchisio ho un rapporto bellissimo, siamo come amici. Rivederli in campo in una sfida così significa che siamo ancora al top». Le differenze tra Allegri e Pochettino: «Sono due grandissimi allenatori, Mauricio ha cambiato il Tottenham: dopo alcuni problemi iniziale, ora guardate dove siamo. Continuando così potremo anche iniziare ad alzare trofei». Sulla corsa scudetto: «Il Napoli sta facendo un’annata incredibile e gioca bene ma la Juventus è abituata a vincere, alla fine la spunterà lei».