Lopetegui si presenta: «Ieri il giorno più triste della mia vita, oggi quello più felice»

© foto www.imagephotoagency.it

Terminato il triennio Zidane, si apre l’era Lopetegui presentato oggi ufficialmente al Bernabeu: «E’ il giorno più bello della mia vita»

Dopo il triennio vincente con Zinedine Zidane, al Bernabeu è iniziata l’era Lopetegui. L’ormai ex Commissario tecnico della Spagna è il nuovo allenatore del Real Madrid, chiamata che gli è costato il Mondiale alla guida delle Furie Rosse. Oggi Julen Lopetegui è stato presentato ufficialmente alla stampa, non prima che il presidente Florentino Perez lanciasse dardi avvelenati alla Federazione spagnola: «Volevamo ufficializzare il tutto dopo la Coppa del Mondo, ma per una serie di circostanze non è stato possibile. Sono molto lieto di presentare qualcuno che conosce perfettamente questa casaSo che per te è un giorno dai sentimenti contrastanti perchè sognavi di disputare la Coppa del Mondo con la Spagna, due sogni che a mio modo di vedere erano perfettamente compatibili. Non capisco come questo accordo avrebbe potuto intaccare la serenità della nazionale iberica».

Successivamente ha preso la parola un emozionato Lopetegui: «Ieri è stato il giorno più triste della mia vita dopo la morte di mia madre, oggi però è il giorno più bello della mia vita. Voglio dire grazie al presidente per questa opportunità, vengo qui per mantenere l’alto livello che il club sta mantenendo. Voglio vincere tutto. Nazionale? Da domani tiferò per la Spagna come un tifoso qualunque. Sono sicuro che i ragazzi faranno una grande Coppa del Mondo, mi sento uno di loro».

Nonostante molti lo abbiano accusato di non aver tenuto un comportamento corretto, l’ex Ct delle Furie Rosse dichiara di sentirsi con la coscienza pulita: «Non credo che sia necessario fornire ulteriori dettagli. Essere leali è dire la verità. Mi sento una persona onesta, da questo ho imparato dal Real Madrid. Ho detto ai giocatori che l’accordo doveva essere concluso prima del Mondiale e non durante. Sono stato onesto con loro ed hanno capito tutti la situazione. Sono molto tranquillo, ritengo di aver agito in maniera chiara ed onesta. Ronaldo è il giocatore che vorrei sempre avere al mio fianco ed evidentemente il miglior giocatore del Mondo è del Real Madrid».