Connettiti con noi

Hanno Detto

Milan, Pioli: «Venuti per battere la Juventus. Rebic rompe le partite»

Pubblicato

su

Stefano Pioli, allenatore del Milan, ha parlato al termine del match pareggiato con la Juventus: le sue dichiarazioni

Stefano Pioli, allenatore del Milan, ha parlato al termine del match pareggiato con la Juventus. Le sue dichiarazioni ai microfoni di DAZN.

PAREGGIO – «Siamo venuti qua per vincere la partita, nei primi minuti abbiamo trovato una Juventus migliore di noi. Poi siamo migliorati, nel secondo tempo sicuramente molto meglio noi. Abbiamo provato a vincerla, è stata una prestazione positiva».

REBIC – «I meriti glieli do tutti i giorni, ha grandissima intensità e qualità. Gioca in tutti i ruoli, ci sta dando una mano con Olivier e Ibra fuori. Credo che abbia nelle sue qualità giocate importanti che possono aiutarci a rompere le partite».

MATURITA’ – «Sono d’accordo, è anche quello che ho detto alla squadra: dobbiamo essere consapevoli. L’anno scorso per vincere partite del genere dovevamo quasi sperare nel miracolo, invece quest’anno sappiamo che possiamo vincerle. Anche stasera siamo stati coraggiosi e alla lunga abbiamo provato a vincerla. Oggi abbiamo giocato di tempo effettivo 48 minuti: si parla troppo, si fischia troppo. Dipende da noi, dal nostro atteggiamento, dalle proteste, dagli arbitri. 48 minuti di tempo effettivo sono troppo pochi, questo fa la differenza anche in Europa. Se vogliamo poi rapportarci ad altri campionati cerchiamo di crescere tutti da questo punto di vista».

GIOVANI – «Sono felicissimo di queste situazioni, ho sempre notato grande disponibilità e voglia di superare momenti difficili, anche individuali. Sono ragazzi tenaci e di qualità, quando lavori con questa dedizione poi le soddisfazioni arrivano».